Finocchiaro 141210072456
CORSA AL COLLE 26 Gennaio Gen 2015 2300 26 gennaio 2015

Quirinale, in salita le quotazioni di Padoan, Visco e Finocchiaro

I dem vorrebbero una donna. Renzi apre. Forza Italia pensa a una figura autorevole per le cancellerie europee.

  • ...

La senatrice Pd Anna Finocchiaro.

Tra gli scenari che portano al nome sul successore di Giorgio Napolitano prendono corpo le ipotesi che al Colle salga una donna o un tecnico.
«È un'anomalia che non ci sia mai stata una donna al Quirinale», ha commentato Matteo Renzi in assemblea con i senatori del Pd. Parole che fanno salire le quotazioni di una proposta al femminile per la presidenza della Repubblica. Ma nessun nome è fuori dalla partita: dagli ex segretari Pd, fino a profili di tecnici come quello di Ignazio Visco e Pier Carlo Padoan.
SALVINI: «COME IL CALCIOMERCATO D'ESTATE». Tant'è che Matteo Salvini ha ironizzzato: «È come il calciomercato d'estate...».
In quota 'donne' continua a farsi il nome di Anna Finocchiaro. Ma a contenderle la candidatura ci sono nomi dem del peso degli ex segretari: Walter Veltroni e Piero Fassino, Dario Franceschini, Pierluigi Castagnetti e - ipotesi remota ma non esclusa - anche Pier Luigi Bersani. In area Pd però resta in campo anche Romano Prodi, che Pippo Civati candida ufficialmente al Quirinale, con una lettera ai vertici del Nazareno.
Nel giorno in cui Alexis Tsipras ha celebrato la vittoria in Grecia, è stato rilanciato da ambienti di Forza Italia il profilo di un tecnico, perché serve una figura «vissuta come autorevole dalle Cancellerie europee».
PADOAN E VISCO I NOMI TRA I TECNICI. Hanno ripreso così quota le ipotesi di una candidatura del governatore di Bankitalia Ignazio Visco o del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Gli azzurri hanno bocciato invece l'ipotesi che al Colle vada Sergio Mattarella.
IN CALO LE QUOTAZIONI DI AMATO. E sono apparse in calo anche le quotazioni dell'altro membro della Corte Costituzionale in corsa: Giuliano Amato. Sempre in campo, infine, due nomi renziani come quelli del sindaco di Torino Sergio Chiamparino e del sottosegretario alla presidenza Graziano Delrio. Che il premier cali una carta a sorpresa, infine, nessuno si sente di escluderlo, ma solo in scenari di acclarata difficoltà.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso