Passera 140614173815
ANNUNCIO 31 Gennaio Gen 2015 1901 31 gennaio 2015

Passera l'anti-Renzi, torna in campo con Italia Unica

L'ex ministro lancia il suo nuovo partito «alternativo a tutti i populismi».

  • ...

Corrado Passera, leader di Italia Unica.

Corrado Passera torna alla politica, trasformando il movimento Italia Unica in un partito che si presenterà alle prossime elezioni politiche «quando ci saranno».
L'ex ministro dello Sviluppo economico nel governo Monti ha scelto lo stesso giorno dell'elezione di Sergio Mattarella al Quirinale per annunciare il suo ritorno in campo.
ALTERNATIVA CREDIBILE. Passera si è presentato, all'hotel Hilton, come l'anti-Renzi e nemico dei «quattro populismi», accomunando il premier, Grillo, Salvini e Berlusconi. «Italia Unica si pone come alternativa credibile alla sinistra e ai populismi e si ispira ai valori popolari e liberali, e si propone come offerta politica nuova e originale» ha spiegato l'ex ad di Banca Intesa-Sanpaolo, che punta all'ampio bacino elettorale di quanti non hanno votato alle ultime elezioni. Impietoso il giudizio su Renzi, anche se, per puro caso, l'assemblea fondativa del nuovo partito cade nel giorno del «trionfo politico» del premier, regista dell'elezione al Colle di Mattarella.
ATTACCO A RENZI. «Renzi - attacca Passera - viene da una buona scuola di potere e lo usa in modo spregiudicato. Il suo governo è affetto da annuncite grave. Ci racconta ogni giorno la favola delle grandi riforme che però grandi non sono affatto».
Passera non nasconde poi l'ambizione di costruire un grande partito, «anzi, il più grande partito italiano. Ci sentiamo parte di una maggioranza di cittadini che, più che silenziosa si sente silenziata, perchè non ritrova i propri valori in nessuna delle formazioni politiche esistenti».
RISORSE ALLE IMPRESE. Italia Unica, allora, vuole «perseguire con caparbietà soluzioni anche inedite, ridare spinta all'economia, fiducia alla famiglia e risorse alle imprese». Per questo, precisa Passera, «saremo partito vero che vuole partecipare alle elezioni».
Italia Unica, in sintesi, si presenta con un programma che prevede: dimezzare le tasse sulle imprese; restituire il 50% dell'Iva a chi paga con il bancomat; 5 mila euro l'anno per ciascun figlio sotto i cinque anni e tolleranza zero alle «continue lesioni della legalità» (occupazioni abusive, campi nomadi, blocchi stradali).
Anche sull'immigrazione Passera traccia un solco: «Non siamo più in grado di accogliere altri immigrati perchè la situazione è ormai insostenibile». E ricorda poi «con una punta di orgoglio» il suo impegno sulle start-up promettendo un partito che punterà le sue carte su innovazione e ricerca.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso