Matteo Renzi Sergio 150130212513
REAZIONI 1 Febbraio Feb 2015 0842 01 febbraio 2015

Renzi: «Ora avete capito cosa era il Nazareno»

Il premier gongola dopo l'elezione di Mattarella. «La rivincita del Pd».

  • ...

Matteo Renzi e Sergio Mattarella.

Gongola Matteo Renzi dopo l'elezione al Quirinale di Sergio Mattarella. Il premier ha vinto su tutti i fronti: ha messo ai margini Forza Italia, limitato il peso del Nuovo centrodestra all'interno della maggioranza, ricompattato il Partito democratico.
«SUL COLLE NESSUN ACCORDO». «Adesso avete capito cos'è il patto del Nazareno», ha detto sicuro di sé nei colloqui con vari quotidiani l'ex sindaco di Firenze. «La rivincita del Pd, sul Colle non c'erano accordi, Ncd ha fatto confusione. Alfano non l'ho strigliato, ma se sei al governo che senso ha fare patti con l'opposizione?», ha commentato a Stampa e Secolo XIX. «Fossero vere tutte le nefandezze dei talk show sull'accordo con Berlusconi, mi dovrebbero arrestare».
Con Il Messaggero ha escluso verifiche: «Non ci sarà alcun rito da prima Repubblica. E aggiungo: dopo quello che è accaduto, dopo l'elezione di Mattarella, spero sia chiaro a tutti che questa legislatura arriverà al 2018». E su Repubblica il suo diario, «Pd è infrastruttura del sistema repubblicano».
IL PREMIER PARLA DI CALCIO. Così sereno da prendersi anche la libertà di scherzare: «Ora stacco, però. Vado a vedere la partita di mio figlio con la Settignanese: tutto il resto va in coda, ne riparliamo tra qualche giorno», ha detto a La Stampa. «Dai, disintossichiamoci un po’... Per esempio, è vero che sono dispiaciuto per la cessione di Cuadrado al Chelsea di Mourinho: ma magari con tutti quei soldi rifacciamo mezza squadra».
E non sembra, almeno all'apparenza, essersi lasciato travolgere dalle lusinghe: «Ma sì, certo che li ascolto e li leggo i complimenti. Capolavoro, trionfo, mossa geniale... Però non penso che ad aver vinto sia stato io, o soltanto io: hanno vinto tutti, e da questa vicenda tutti recuperano tanta, ma tanta credibilità».
«RIMARGINATA LA FERITA DEI 101 DEL 2013». Poi ha lanciato un messaggio a Forza Italia: «Lo so che è inutile, ma lo ripeto: in quell’accordo c’erano e ci restano la riforma del Senato, quella della legge elettorale e la scelta di ridare più poteri allo Stato rispetto alle Regioni. Non ci credono? Non posso farci niente: avranno altre sorprese, come quella di Sergio Mattarella al Quirinale».
Il premier ha anche rievocato la vicenda dei 101: «La ferita del 2013 con i franchi tiratori era ancora aperta e ancora bruciava, invece oggi l'abbiamo rimarginata. La sinistra democrat fibrilla sull'Italicum? Oggi intanto festeggio l'unità del partito, evento più raro della cometa di Halley».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso