Front National 150202072145
POLITICA 2 Febbraio Feb 2015 0720 02 febbraio 2015

Francia, Front national più votato nel primo voto post attentati

Trionfo del partito di estrema destra per il seggio di Moscovici. E va al ballottaggio coi socialisti.

  • ...

La leader del Front national Marine Le Pen con la candidata Sophie Montel.

Il Front national in Francia passa all'incasso. Il partito di estrema destra di Marine Le Pen ha vinto il voto per il seggio di deputato del Doubs nella Franca Contea (Francia centro-orientale), lasciato vacante da Pierre Moscovici, diventato commissario europeo.
Nell'elezione di domenica 1 febbraio, la candidata del Fn, Sophie Montel, con il 32,6% ha conquistato l'accesso al secondo turno in agenda domenica 8 febbraio dove è attesa dalla sfida con il socialista Fréderic Barbier che s'è fermato al 28,5% (eliminato l'uomo di Nicolas Sarkozy Charles Demouge che ha raccolto il 26,54%).
PRIMO TEST DOPO ATTENTATI. Per la Francia si è trattato del primo test elettorale dopo gli attentati di Parigi e le marce che hanno mobilitato tutto il Paese a esclusione di Le Pen che, a suo dire, è stata esclusa dalle manifestazioni per l'ostracismo degli organizzatori: socialisti e Ump, infatti, avevano sperato di poter sfruttare il sentimento di unità nazionale per conquistare il seggio vacante e mettere fuori gioco il Fn, ma così non è stato.
FN IN CONTINUA CRESCITA. In realtà l'affermazione del partito di estrema d'estra in Francia non deve stupire: la formazione di Le Pen è in continua ascesa, così come la sua leader, e secondo i sondaggi è destinata ad arrivare in testa al primo turno delle presidenziali del 2017.
Recentemente, poi, il sindaco di Henin Beaumont di Fn, ha ottenuto il premio come «miglior rappresentante locale dell'anno» assegnato dai giornalisti politici, a conferma di come anche i media abbiano ormai riconosciuto il partiti di Le Pen.
OPPOSIZIONE ALLA DESTRA. Per quanto riguarda il seggio di Doubs, però, i giochi non sono ancora fatti. Montel ha sì raccolto la delusione dei tanti operai dell'industria automobilistica locale colpiti dalla crisi, ma deve ancora superare lo scoglio del secondo turno, anche se in Francia sono più interessati a capire le strategie delle alleanze.
Barbier è stato insignito dal premier Manuel Valls del titolo di «candidato di tutti i repubblicani», estremo tentativo per convincere anche il centrodestra a opporsi al Fn. Ma l'Ump non ha ancora deciso per chi votare. Con grande gioia di Le Pen.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso