Philippe Daverio Matteo 150205154809
INDISCREZIONI 5 Febbraio Feb 2015 1542 05 febbraio 2015

Lega, Daverio possibile candidato sindaco a Milano

La fronda anti-Salvini cerca un nome alternativo al segretario: il critico d'arte è tra i primi della lista. Ncd, intanto, pensa a Colombo Clerici di Assoedilizia.

  • ...

Philippe Daverio e Matteo Salvini.

C'è aria di maretta all'interno della Lega. Nel Carroccio, in vista del 2016 e della scelta del nuovo sindaco di Milano, c'è chi medita di proporre un candidato alternativo a Matteo Salvini.
Si tratta di Philippe Daverio, già assessore in quota Lega durante il periodo della sindacatura di Marco Formentini negli anni fra il 1993 e il 1997.
Chi spinge sulla candidatura del critico d'arte, raccontano nel Carroccio, lo fa perché teme che Salvini – malgrado l'attivismo mediatico che sta mostrando in questo periodo – non riesca a essere eletto sindaco sotto la Madonnina quando e se Giuliano Pisapia si ricandiderà.
SALVINI: «IO SINDACO, UN SOGNO». A proposito di Pisapia, la mattina del 5 febbraio ha ironizzato sulla possibile candidatura del leader leghista, definendola «un bel sogno». Salvini, da parte sua, ci crede: «Non ho mai nascosto che fare il sindaco di questa città è il mio sogno nel cassetto. Non posso che confermare», ha confessato a Repubblica.
Insomma, la voglia di Palazzo Marino c'è, bisogna vedere se questo Matteo riuscirà nel suo obiettivo o se si dovrà invece scontrare con l'altro Matteo, quello che siede a Palazzo Chigi.
NCD PENSA A MISTER ASSOEDILIZIA. Oltre alla Lega, il voto del 2016 agita anche i sonni del centrodestra, che dopo l'elezione del presidente della Repubblica si sta leccando le ferite. A Milano si comincia a parlare di una candidatura di Achille Colombo Clerici, il presidente di Assoedilizia classe 1941, che potrebbe piacere molto sia a Ncd sia ad alcuni settori di Comunione e Liberazione non necessariamente pronti a sostenere Maurizio Lupi (il quale non è detto che decida di correre per il posto da sindaco dei milanesi).
PISAPIA NON SCIOGLIE LE RISERVE. Per adesso siamo ancora nel campo dei rumors: resta innanzitutto da capire se Pisapia si ricandiderà. Il primo cittadino arancione sta tenendo tutti sulle spine e finché non scioglierà la riserva saranno giorni di attesa a sinistra.
E di primi, cauti movimenti a destra. Dove la voglia di rivincita per lo smacco subito nella corsa al Quirinale inizia a essere davvero forte.

Correlati

Potresti esserti perso