David Cameron 140610112627
INIZIATIVA 5 Febbraio Feb 2015 1609 05 febbraio 2015

«Vota alle elezioni inglesi», te lo dice Facebook

In Uk accordo tra governo e il social network: pubblicità ad hoc ed eventi sull'appuntamento del 7 maggio 2015.

  • ...

Il premier britannico, David Cameron.

Usare Facebook per ricordare all’elettorato distratto di registrarsi al voto: lo Stato inglese ha deciso di farsi più social in nome del diritto di votare.
Giovedì 6 febbraio 2015 i profili Facebook di tutti i cittadini inglesi in età elettorale si sono animati di improvviso spirito politico con la comparsa di pubblicità ad hoc e persino nuove possibilità di condivisione a tema.
«MENO DI 100 GIORNI». «Le elezioni politiche sono tra meno di 100 gorni. Per votare il 7 maggio 2015 dovrai registrati», è l’annuncio comparso sulle bacheche di tutti gli utenti Facebook di cittadinanza inglese dai 18 anni in su, e persino sui profili dei 17enni che diventeranno maggiorenni prima delle elezioni politiche di maggio.
Gli stessi utenti inoltre hanno la possibilità di condividere uno speciale “Avvenimento importante” sulla propria bacheca: dire agli amici di essersi registrati per andare a votare.
È la prima volta che le elezioni nel Regno Unito sbarcano deliberatamente sul mondo social, grazie a uno speciale accordo tra la Commissione elettorale e Facebook.
CONTRO L'ASTENSIONISMO. Lo scopo è di far registrare il numero più ampio possibile di persone al voto di maggio per scongiurare lo spauracchio dell'astensionismo.
Da una parte c’è una campagna elettorale che sta mostrando la continua perdita di mordente dei Conservatori al governo, per la prima volta preoccupati di non raccogliere la solita fetta di voti dell’elettorato che è fedele loro da sempre.
Colpa del partito indipendentista Ukip di Nigel Farage, ma anche del crescente Green Party, e dei soliti Labour all’opposizione.
SERVIZIO POCO CONOSCIUTO. D’altra parte è la prima volta che gli inglesi hanno la possibilità di registrarsi al voto online, grazie a un nuovo servizio lanciato nel giugno 2014, di cui però ancora il 53% dei 18-24enni e il 35% dei 25-39enni ha dichiarato di non essere a conoscenza (dati YouGov).

Bastano tre minuti per iscriversi

Il numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg.

E così la Commissione elettorale si è data da fare, chiedendo anche alle maggiori università e college inglesi di inviare una email agli studenti per ricordare della possibilità di registrarsi al voto online «in soli tre minuti».
INCREMENTO DI UN TERZO. Facebook è già stato in passato parte attiva delle elezioni politiche americane e indiane, con risultati positivi: uno studio dell’Università della California sulle midterm del 2010 negli Stati Uniti ha dimostrato che l’incremento alle urne è stato di almeno un terzo su un milione di persone.
PIÙ STORIE CONDIVISE. Nel 2012, sempre in America, Facebook è stato testato anche durante le elezioni presidenziali, dimostrando che non solo il numero di condivisioni di storie legate alla politica era aumentato per 1,9 milioni di utenti, ma il tasto “Io voto”, aggiunto per l’occasione sui profili degli americani, si era rivelato un vero successo.
SU FACEBOOK IN 35 MILIONI. Di fronte a questi dati anche il Regno Unito ha deciso di farsi social-friendly: «Oltre 35 milioni di persone in Uk sono su Facebook, molte di più rispetto a quelle che di fatto voteranno alle prossime elezioni di maggio 2015», ha dichiarato Elizabeth Linder, specialista politica del social network per l’Europa.
«Speriamo che attraverso partnership come questa con la Commissione elettorale riusciremo non solo a portare più conversazioni e condivisioni a tema politico sulle bacheche degli inglesi, ma anche a spingere più utenti a dare il proprio contributo votando il 7 maggio», ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati