Expo 150122071237
EVENTO 6 Febbraio Feb 2015 1945 06 febbraio 2015

Expo 2015 entra nel vivo, il 7 febbraio Renzi a Milano

Attesi 500 esperti da tutto il mondo e un videomessagio del papa.

  • ...

L'Expo di Milano prende il via ufficialmente il 1 maggio con la cerimonia d'inaugurazione.

A meno di tre mesi dal via ufficiale entra nel vivo la missione Expo.
All'hangar Bicocca il 7 febbraio sono attesi circa 500 esperti a parlare del tema scelto per l'esposizione universale.
In programma almeno sette ministri, il premier Matteo Renzi, un videomessaggio di papa Francesco e uno di Federica Mogherini, l'Alto rappresentante per la politica estera dell'Unione Europea.
PRESENTI 145 COMMISSARI. L'ex presidente del Brasile Lula sarà in collegamento, e in sala, all'hangar Bicocca, arriveranno i commissari dei 145 Paesi partecipanti, industriali (a partire dal presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, ma anche Marco Tronchetti Provera, il presidente di Ferrero, Francesco Paolo Fulci, il vicepresidente della fondazione Barilla Paolo Barilla), il segretario generale della Fao José Graziano De Silva, il presidente dell'Anticorruzione Raffaele Cantone, rappresentanti di associazioni, del mondo agricolo.
BASI PER CARTA DI MILANO. Oltre a loro anche il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, di Torino e dell'Anci Piero Fassino, al presidente della Lombardia Roberto Maroni.
L'obiettivo delle 'Idee di Expo', il titolo dell'appuntamento del 7 febbraio, è quello di gettare le basi per la 'Carta di Milano' che dovrebbe diventare una sorta di protocollo di Kyoto sul cibo.
I lavori sono organizzato in modo preciso: ci sono 42 diversi tavoli coordinati da Salvatore Veca, divisi in quattro aree tematiche.
Si va dalle 'dimensioni dello sviluppo tra equità e sostenibilità', alla 'cultura del cibo.
Il ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina è stato chiaro: «Il 7 febbraio a Milano inizia Expo, è una giornata di vera mobilitazione».
A CONCLUDERE I LAVORI RENZI. A concludere i lavori, visibili anche in diretta streaming sul sito di Telecom, sarà Matteo Renzi ed è il suo l'intervento più atteso anche perché ci sono ancora alcune questioni in sospeso che riguardano l'evento.
In primis i 60 milioni di euro che il governo dovrebbe investire nella società al posto della Provincia di Milano.

Correlati

Potresti esserti perso