Erri Luca 120424200433
GIUSTIZIA 11 Febbraio Feb 2015 1715 11 febbraio 2015

Tav, De Luca: «Non presenterò appello»

L'intellettuale: «Sono l'unico scrittore sotto processo in Italia. Ma non mi tiro indietro».

  • ...

Erri De Luca.

Erri De Luca ha annunciato che non presenterà richiesta di appello, «qualunque sia la decisione del tribunale» sul caso Tav.
Lo scrittore ha fatto riferimento al processo in corso a suo carico a Torino dove è imputato di istigazione a delinquere per aver sostenuto la necessità «di sabotare» il Tav. «Sono sotto processo in Italia» - ha raccontato De Luca alla Fiera del Libro di Gerusalemme - «per aver dichiarato che l'opera doveva essere boicottata. Sono l'unico scrittore sotto processo in Italia».
«LOTTA CONTRO UNA CATASTROFE AMBIENTALE». De Luca ha spiegato la sua scelta con il fatto di «avere una parola sola e che quindi non vuole tirarsi indietro». Lo scrittore ha poi spiegato che la parola sabotaggio ha «molti significati, non solo pratici ma anche ideali». «La mia è una lotta contro quella che ritengo una catastrofe ambientale».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso