Matteo Renzi Sergio 150130212513
SPESA PUBBLICA 19 Febbraio Feb 2015 1955 19 febbraio 2015

Il governo ingaggia due società di sondaggi: 80 mila euro in 6 mesi

Palazzo Chigi affida a Piepoli e Swg ricerche sul gradimento del suo operato.

  • ...

Matteo Renzi e Sergio Mattarella.

Testare il gradimento dei cittadini rispetto al proprio operato è pratica cui nessun governo si sottrae.
Accade negli Stati Uniti, in Inghilterra, in Francia, dove esiste anche uno specifico dipartimento studi e ricerche governativo dedicato a questo genere di attività (Service d’Information du Gouvernement) e succede in Italia, dove, almeno dal 2004, tutti i presidenti del Consiglio - Silvio Berlusconi, Romano Prodi, Enrico Letta - si sono affidati a società demoscopiche per monitorare il giudizio dell'opinione pubblica sul lavoro dell'esecutivo.
«STRUMENTI INSOSTITUIBILI». «I sondaggi sono considerati strumenti insostituibili, utilizzati per la definizione delle politiche pubbliche, della strategia comunicativa a sostegno delle stesse e per la verifica del loro impatto sulla opinione», scrisse due anni fa Nando Pagnoncelli di Ipsos in risposta agli articoli di alcuni quotidiani che avevano criticato l'entità delle spese sostenute dal governo Letta per i sondaggi d'opinione.
LA DIFFIDENZA DI RENZI. Il governo Renzi non ha interrotto la consuetudine, nonostante il premier ostenti spesso una certa diffidenza nei confronti dello strumento - «I sondaggi portano sfiga» (marzo 2014 alla direzione del Pd); «Il Pd sta rivoltando l'Italia come un calzino, non dobbiamo preoccuparci se possono cambiare i sondaggi» (dicembre 2014).
APPALTI A PIEPOLI E SWG. Due società, l'istituto Piepoli e Swg, si sono aggiudicate gli appalti del dipartimento per l'informazione e l'editoria di palazzo Chigi, guidato da sottosegretario Luca Lotti, per «servizi di sondaggi dell'opinione pubblica sul gradimento dell'operato del governo».
All''istituto Piepoli, che lavorerà con metodo «Cati e Cawi» (sondaggi telefonici e online) è andata una commessa da 39.402 euro per sei mesi, dal 9 febbraio al 9 luglio 2015, mentre la Swg, che farà analisi solo con metodo Cati, come da contratto, riceverà un compenso complessivo di 41.610 euro. In totale 81.012 euro, 13.500 al mese, fino a luglio.
Diverse società di analisi avevano presentato un'offerta su invito del Dipartimento che infine ha scelto Piepoli e Swg con la procedura dell'affidamento in economia-cottimo fiduciario.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso