Giuliani 150220205701
POLEMICHE 20 Febbraio Feb 2015 2055 20 febbraio 2015

Usa, Giuliani contro Obama: «Il presidente non ama l'America»

L'ex sindaco mette in imbarazzo la destra. E dice: «Non è razzismo». La Casa Bianca: «Miglioriamo il Paese».

  • ...

L'ex sindaco di New York, Rudolph Giuliani.

Scontro in Usa tra l'ex primo cittadino di New York Rudolph Giuliani e il presidente americano Barack Obama.
A scatenare la polemica è stato l'ex sindaco della Grande Mela che, rivolto all'inquilino della Casa Bianca, ha tuonato: «Non ama l'America». Poche parole, ma pesanti come macigni, con Obama che s'è ritrovato accusato di mancanza di patriottismo. E che ha rimandato al mittente dicendo: «Quello che noi vogliamo è migliorare il nostro Paese. Che noi amiamo».
REPUBBLICANI IN IMBARAZZO. L'affondo improvviso di Giuliani, che in Usa è conosciuto anche come il 'sindaco d'America' -all'indomani della tragedia delle Torri Gemelle- ed è considerato uno dei saggi della politica americana, ha lasciato tutti di stucco, scatenando le ire della Casa Bianca (che ha parlato di «affermazioni orribili»), ma sta mettendo in grande imbarazzo anche la destra.
Non a caso alcuni probabili candidati repubblicani per le presidenziali del 2016 hanno immediatamente preso le distanze dall'ex sindaco.
L'AFFONDO A UNA CENA. L'intervento di Giuliani è avvenuto a un cena privata svoltasi a Manhattan in onore del giovane governatore repubblicano del Wisconsin, Scott Walker, che in molti vedono in corsa per la Casa Bianca: «Non credo che il presidente ami l'America. Non vi ama. E non mi ama. Lui non ama questo Paese come lo amo io e come lo amate voi».
Le parole dell'ex sindaco di New York sono quindi state giudicate «inappropriate», visto che, al di là delle differenti posizioni politiche, non si può accusare un 'Commander in Chief' di non amare il proprio Paese. Soprattutto quando si tratta del primo presidente afroamericano della storia Usa.
IL SINDACO RETTIFICA. Alla fine Giuliani s'è dovuto difendere proprio dall'accusa di razzismo, quella da sempre mossa a chi nella destra americana non ha mai considerato l'inquilino della Casa Bianca «veramente americano»: «Alcuni ritengono che sia razzista» ha replicato l'ex sindaco, «ho pensato fosse uno scherzo, visto che Obama è stato allevato da una madre bianca, da un nonno bianco, ha frequentato scuole di bianchi e la maggior parte delle cose le ha imparate dai bianchi».
CONDANNE DELLA GENTE. A essere davvero preoccupati delle affermazioni di Giuliani sono, però, gli strateghi del partito repubblicano, quelli che stanno lavorando all'agenda dei prossimi mesi con cui si getteranno i semi proprio per la campagna elettorale del 2016.
«Non è questo il terreno su cui affrontare Obama», hanno avvertito, «la gente non chiede che si attacchi la persona di Obama, ma le sue politiche».
Intanto la Casa Bianca, dopo la prima infuriata reazione, porta la polemica su Twitter: inaugurando l'hashtag #ObamaLovesAmerica.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso