Raffaele Fitto 150221172847
CENTRODESTRA 21 Febbraio Feb 2015 1651 21 febbraio 2015

Forza Italia, Fitto lancia i ricostruttori

Convention dei fittiani di Fi a Roma: «Stiamo nel partito. Salvini? Un errore».

  • ...

Raffaele Fitto.

La corrente di Raffaele Fitto in Forza Italia ha preso definitivamente forma nella convention dei 'ricostruttori', andata in scena a Roma sabato 21 febbraio.
L'eurodeputato azzurro, attorno al quale si è riunita l'ala critica di Fi contraria al Patto del Nazareno, ha iniziato dalla Capitale il suo tour in Italia per lanciare il progetto di rilancio del centrodestra. «Questa manifestazione non è contro nessuno ma è per guardare avanti», ha esordito Fitto, prima di presentare l'inno italiano accompagnato da un serie di immagini che ricordano la vicenda dei due marò.
«COMMISSARIAMENTO INACCETTABILE». «In un anno di governo Renzi», ha proseguito, «ho letto un numero di dichiarazioni contro il premier minore a quello delle dichiarazioni lette in un giorno contro chi aveva il coraggio di dire le cose come stavano». E ancora: «L'unico atto dopo che non si è discusso di nulla nel partito è stato commissariare la Puglia in Fi. Tutto ciò non può passare sotto silenzio».
«SIAMO E RESTIAMO IN FORZA ITALIA». .All'orizzonte, comunque, nessuna scissione: «Noi stavano, stiamo e staremo in Fi. Bisogna tornare a parlare di contenuti». «Non rompiamo», ma «diciamo che il nostro percorso lo porteremo avanti sulla base delle nostre idee». Di certo, però, i ricostruttori non appoggerano la linea dell'ecutivo. «Renzi ci ha mollato e noi lo dicevamo da mesi. Solo che, quando Renzi ci ha lasciato, è accaduto che se la sono presi con noi. Noi abbiamo avuto un grande torto, quello di avere ragione». Fitto ha, quindi, definito «imbarazzante» l'ultimo anno di Fi, soprattutto rispetto al dibattito delle riforme.
«IL CENTRODESTRA A UN BIVIO». Il centrodestra, per l'europarlamentare azzurro, è «di fronte a un bivio inevitabile, quello di rilanciare» Fi mettendo in campo «un percorso chiaro fatto di contenuti, primarie e democrazia dal basso», o quello di lasciare un simile percorso nel centrodestra «solo a Matteo Salvini».
TOTI: «NON ACCETTIAMO LEZIONI». Piccata la risposta alle parole di Fitto di Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia. «Non sono accettabili lezioni su come vincere da chi in questi anni ha perso tutto quel che si poteva perdere Regione, capoluogo... E in una terra tendenzialmente di centrodestra». «Chi oggi proclama di voler cambiare tutto», ha concluso Toti, «magari lo fa per non cambiare nulla e salvare se stesso e qualche amico. Non vorrei che dopo un anno di gufi, tanto cari a Renzi, si aprisse un anno all'insegna di una nuova bestiola: Il Gattopardo (rileggere quel romanzo fa sempre bene!)».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso