Roma Feyenoord 150220153242
REAZIONE 21 Febbraio Feb 2015 1120 21 febbraio 2015

Roma, Alfano a Marino: «In arrivo altri 500 militari»

Il ministro: «La sicurezza è una priorità». Il sinbdaco al questore: «Nessun morto non è un successo».

  • ...

Altri 500 militari per la Capitale. Roma è «una priorità nazionale sul tema della sicurezza e dell'ordine pubblico» e per questo «la sicurezza sarà ulteriormente potenziata». Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha deciso di rispondere così alla devastazione portata dai tifosi del Feyenoord tra il 18 e il 19 febbraio (guarda i video).
Il messaggio è chiaro: non si possono sottovalutare situazioni di emergenza potenziale come quella legata all'arrivo di 6 mila tifosi olandesi nella Capitale. E mentre si continua a discutere dei danni, di chi li deve pagare e ci si chiede di chi siano le responsabilità per quanto accaduto, è già tempo di guardare al futuro per prevenire situazioni analoghe.
MARINO: «STRATEGIA CONDIVISA». Il sindaco Ignazio Marino ha chiesto ad Alfano che l'impegno, per il quale ha espresso sincero apprezzamento, si traduca immediatamente in una strategia condivisa per la Capitale, in modo da aumentare la sicurezza percepita non solo di fronte a eventi straordinari, ma nella quotidianità.
«Ho ribadito al ministro che non posso ritenermi soddisfatto da affermazioni come quelle che sono state fatte: non può essere considerato un successo il fatto che non ci siano stati dei morti», ha detto Marino commentando le dichiarazioni del questore di Roma.
«NON MILITARIZZEREMO LA CITTÀ». Il sindaco ha garantito che l'arrivo di 500 militari «non significa che militarizzeremo la città. Verranno liberati da compiti di sorveglianza gli agenti delle forze dell'ordine che quindi potranno essere utilizzati sul territorio e soprattutto sulle periferie per aumentare il livello di sicurezza reale e percepita della nostra città».
L'intervento è immediato: «Il ministro mi ha confermato che I 500 uomini arriveranno in giornata nella nostra città», ha spiegato Marino, «i 500 militari si aggiungono agli 800 già presenti in città e quindi arriveremo ad avere 1300 militari».
RUTTE TELEFONA A RENZI. Vicinanza e disponibilità per quanto accaduto a Roma è stata espressa dal premier olandese, Mark Rutte, a quello italiano, Matteo Renzi. Secondo quanto si è appreso da fonti di governo Rutte, in una telefonata nel pomeriggio, avrebbe anche ribadito i legami di amicizia che stringono Italia e Olanda.

Correlati

Potresti esserti perso