Chiamparino 141018111803
NODO 23 Febbraio Feb 2015 2040 23 febbraio 2015

Firme false Piemonte, Chiamparino: «Pronto a tornare al voto»

Il governatore sul caso delle presunte liste a suo nome: «Sentenza chiara entro luglio».

  • ...

Sergio Chiamparino.

Sergio Chiamparino è entrato a gamba tesa sulla vicenda delle presunte firme false a suo sostegno: «Se il 9 luglio, o intorno a quella data, non ci sarà una sentenza chiara e inequivocabile, sono pronto a restituire la parola agli elettori».
TAR ACCOGLIE PRINCIPALE RICORSO. «Ho riflettuto molto sull'opportunità di restituire la parola agli elettori subito. Sappia questa assemblea che sono pronto a farlo domani in Consiglio regionale. Ma farlo subito mi sembrerebbe più una fuga», ha detto il governatore.
Chiamparino è intervenuto alla direzione piemontese del Pd dopo che nei giorni scorsi il Tar ha accolto il ricorso principale sulle presunte firme false raccolte a sostegno delle sue liste alle elezioni regionali del 2014.
«Abbiamo provvedimenti in corso e agire anticipando la magistratura sembrerebbe più un atto di stizza personale piuttosto che una assunzione di responsabilità politica», ha sottolineato il governatore.
9 LUGLIO PROSSIMA UDIENZA. I giudici amministrativi hanno fissato per il 9 luglio la prossima udienza, subordinando i loro lavori all'esito dell'inchiesta penale della procura della Repubblica, nella quale figurano dieci indagati tra politici e dirigenti di partito. «Alla fine c'è anche una questione personale: non voglio alzarmi al mattino, scendere a prendere il giornale, e che ci sia uno che mi dice che sono attaccato alla poltrona, perché io non lo sono», ha concluso Chiamparino tra gli applausi.

Correlati

Potresti esserti perso