Robertofico 140522150421
POLITICA INTERNA 23 Febbraio Feb 2015 1536 23 febbraio 2015

Riforma della Rai, Fico: «No al decreto»

Il presidente della commissione di Vigilanza sul blog di Grillo: «Mattarella si faccia sentire».

  • ...

Roberto Fico, deputato Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione di Vigilanza Rai.

Per il presidente della commissione di Vigilanza Rai Roberto Fico «non si può procedere ad una riforma della governance della Rai per decreto esautorando il parlamento in una materia che gli è propria. Né eliminare ogni tipo di discussione in questa sede per gestire velocemente le nuove nomine del cda che dovranno essere fatte a breve».
«Il presidente della Repubblica», ha scritto Fico sul blog di Beppe Grillo, «non potrà far finta di niente. Mattarella dovrà difendere l'autonomia del parlamento e far rispettare le sue prerogative».
APPELLO A MATTARELLA. Mattarella, continua Fico, deve «far rispettare le sue prerogative. In occasione del suo discorso di insediamento sottolineò l'importanza del servizio radiotelevisivo pubblico. Ci aspettiamo che dia seguito a quelle dichiarazioni». In un post dal titolo 'Le mani del Pd sulla Rai', il presidente della commissione di Vigilanza sostiene che il premier faccia «solo confusione per intorbidire le acque».
«PROPAGANDA DEL PREMIER». «Renzi fa molta confusione, in modo probabilmente premeditato, per la sua consueta propaganda. Secondo il Corriere della Sera il premier si sarebbe stupito della 'bocciatura' da parte della commissione di Vigilanza Rai del piano di riforma news proposto dal direttore generale Gubitosi e sarebbe intenzionato a presentare un decreto legge per sottrarre la Rai dalle mani dei partiti e per riformare la governance. Il governo avrebbe smentito. Ma» - continua Fico - «facciamo comunque ordine: la commissione di Vigilanza, espletando una delle sue principali funzioni, ha approvato una risoluzione che non boccia in alcun modo il piano di Gubitosi, ma lo integra in alcuni punti per migliorare il progetto di riorganizzazione dei tg nell'interesse esclusivo del Paese».
L'ATTACCO A RENZI. «Questo è il ruolo del parlamento, che Renzi probabilmente ignora o a cui è allergico» attacca Fico che riporta alcuni passaggi dell'atto di indirizzo della Vigilanza, ricordando, inoltre, che è stato votato anche dal Pd. Passaggi in cui si sottolinea la necessità di riforma dell'informazione del servizio pubblico e l'introduzione per la nomina dei direttori delle testate giornalistiche di procedure trasparenti come l'avviso pubblico.

Correlati

Potresti esserti perso