Dijsselbloem 140401092950
CRISI 24 Febbraio Feb 2015 1549 24 febbraio 2015

Grecia, l'Eurogruppo dà via libera alla proroga degli aiuti

L'Ue estende l'accordo per quattro mesi. Fmi chiede più impegni ad Atene. Draghi: «Ci sono lacune».

  • ...

Jeroen Dijsselbloem, presidente dell'Eurogruppo.

L'Eurogruppo ha dato il via libera alla proroga degli aiuti alla Grecia. La lista di riforme presentata dal governo di Atene è «sufficientemente completa» e rappresenta «un buon punto di partenza per completare la revisione».
Quindi, hanno spiegato da Bruxelles, «diamo il via libera alle procedure nazionali per raggiungere una decisione finale sull'estensione di quattro mesi dell'attuale accordo», chiedendo di «sviluppare le misure».
FMI CHIEDE PIÙ IMPEGNI. Ma Christine Lagarde, direttore generale del Fmi, ha sottolineato che in vari settori mancano rassicurazioni sulle riforme previste dal Memorandum, in particolare Iva, pensioni e continuazione delle liberalizzazioni, privatizzazioni e riforma del lavoro. Per questo il Fondo monetario internazionale ha chiesto maggiori impegni ad Atene.
DRAGHI: «CI SONO LACUNE». La lettera di Atene «è un valido punto di partenza» anche per la Banca centrale europea, ma dato «il tempo molto limitato disponibile» non è stato possibile ad Atene «elaborare proposte concrete e impegni» su crescita, finanza pubblica e stabilità finanziaria. Lo ha detto il presidente Mario Draghi ravvisando lacune nel piano del governo Tsipras.
VALUTAZIONE DELLE MISURE. Gli impegni delineati dalla Grecia «differiscono dagli attuali impegni del programma in numerose aree» e dunque «dovremo valutare durante la revisione se le misure non accettate saranno sostituite da misure di eguale o maggiore qualità».
MERKEL: «ATENE TORNA ALLA REALTÀ». La cancelliera tedesca Angela Merkel si è espressa a favore del prolungamento degli aiuti alla Grecia, sostenendo che il governo ellenico sia tornato «passo dopo passo alla realtà». Merkel ha poi sottolineato che comunque «la vicenda non è affatto chiusa» e saranno necessarie ulteriori discussioni.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso