Renzi Hollande 150224153225
BILATERALE 24 Febbraio Feb 2015 1610 24 febbraio 2015

Renzi-Hollande, asse su crescita e Libia

Incontro all'Eliseo. «No intervento Onu. Rafforzare Triton». Ok seconda fase Tav.

  • ...

François Hollande e Matteo Renzi.

Asse a tutto campo fra Matteo Renzi e François Hollande. Il premier italiano e il presidente francese si sono incontrati il 24 febbraio all'Eliseo.
Al centro dell'agenda la crescita in Europa, i temi internazionali (dall'Ucraina alla Libia fino all'immigrazione) e la firma del protocollo per la seconda fase della Tav Torino-Lione.
«L'EUROPA VEDE LA LUCE». «Grazie all'azione comune di Francia e Italia, la parola crescita non è più una parolaccia ma un obiettivo chiaro e chiave del continente», ha detto Renzi che poi ha usato una metafora: «Oggi ha smesso di piovere, non c'è ancora il sole, ma si vedono le prime prime luci dell'arcobaleno».
Secondo Hollande la ripresa «è ancora troppo timida, non sufficientemente forte per combattere la disoccupazione, anche se ci sono segnali che ci danno fiducia nel futuro. Dobbiamo sostenere questo processo».
LIBIA, SOSTEGNO ALL'ITALIA. Il tema della Libia, invece, per Renzi è «una priorità per tutta l'Europa e per il Mediterraneo che non può essere un cimitero né una periferia ma il cuore del nostro continente». La Francia, dal canto suo, «sostiene tutti gli sforzi dell'Italia affinché al livello più elevato, vale a dire l'Onu, si possa trovare soluzione al caos e quindi al terrorismo in Libia».
Renzi ha spiegato che attualmente il tema di un intervento delle forze Onu in Libia con un'operazione di peacekeeping «non è all'ordine del giorno».
RAFFORZARE TRITON. Sul tema immigrazione, Hollande e Renzi hanno fatto sapere di aver chiesto all'Europa di rafforzare Triton. «Sono i gruppi terroristici a fare questo traffico di esseri umani che comporta un aiuto ai terroristi».
AVANTI CON LA TAV. Infine i due leader hanno parlato della Tav Torino-Lione. «Oggi non c'è più nessun freno, nessun ostacolo alla realizzazione dell'opera», ha detto Hollande.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso