Giovanni Legnini 141022110305
GIUSTIZIA 25 Febbraio Feb 2015 1705 25 febbraio 2015

Responsabilità toghe, Legnini: «Il Csm verificherà gli effetti»

Il vicepresidente: «Le preoccupazioni dei magistrati vanno ascoltate».

  • ...

Giovanni Legnini, vicepresidente del Csm.

Il giorno dopo il via libera della Camera, il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini, riferendosi ai timori espressi dai magistrati sulla legge sulla responsabilità civile, ha dichiarato che «le preoccupazioni della magistratura vanno ascoltate».
Legnini ha ricordato che a fine ottobre il Csm aveva approvato un parere «molto approfondito» sulla riforma, in cui «evidenziava i due punti rimasti oggetto del confronto più acceso in parlamento: il giudizio preliminare sulla manifesta infondatezza dei ricorsi e la cosiddetta clausola di salvaguardia». Problemi che, secondo il vicepresidente del Csm, «restano aperti».
«EFFETTI DELLA NORMATIVA DA MONITORARE». Legnini ha affermato che il Csm si candida a monitorare gli effetti della nuova normativa sulla responsabilità civile dei magistrati, spiegando che in particolare l'intenzione è di verificare se «l'autonomia, l'indipendenza e la serenità dei magistrati siano incise» dalla nuova normativa.
«NON SOTTOVALUTARE LE PREOCCUPAZIONI DELLE TOGHE». La volontà del Consiglio superiore è anche quella di «accertare già in una prima fase se effettivamente (come temiamo) ci sia un eccesso nel ricorso alle azioni risarcitorie», ha spiegato Legnini, annunciando che proporrà dunque al Csm, ma anche al ministro della Giustizia Orlando, «di fare una verifica attenta perché le preoccupazioni dei magistrati non vanno sottovalutate».

Correlati

Potresti esserti perso