Jens Stoltenberg 141001162126
BILATERALE 26 Febbraio Feb 2015 1305 26 febbraio 2015

Renzi incontra il segretario generale Nato, asse su Libia e Ucraina

Il premier dialoga con Stoltenberg, pronto al sostegno in Libia. Poi spiega: «Minsk da rispettare».

  • ...

Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato.

Incontro a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.
Il premier ha spiegato come l'Italia attribuisca «grande importanza alla Nato ed è uno dei principali contributori. Oltre all'attenzione su dossier più caldi noi abbiamo posto l'attenzione a temi come il Mediterraneo e segnatamente la Libia».
STOLTENBERG: «COLPITO DA LEADERSHIP RENZI». Il segretario Nato dal canto sua ha detto di «essere colpito dalla leadership e dall'impegno di Renzi per le riforme, l'economia si sta riprendendo ed è positivo per l'Italia, l'Ue e la Nato perché una forte economia è importante anche per la sicurezza della Nato».
NATO PRONTA A DARE SOSTEGNO IN LIBIA. «Ho espresso forte preoccupazione per la Libia e per il grande afflusso di migranti che attraversano il Mediterraneo e ringrazio l'Italia per l'accoglienza. La Nato è pronta a dare suo supporto per incentivare le condizioni per la difesa in Libia», h aggiunto il leader della Nato.
Stoltenberg ha voluto poi spiegare il desiderio di «intensificare la nostra capacità di presa di coscienza delle situazioni con una maggiore sorveglianza sul terreno con l'uso di droni e faremo riferimento a Sigonella a partire dall'anno prossimo».
RENZI: «MANTENERE ACCORDO MINSK». Il premier durante la conferenza stampa ha parlato anche del caos Ucraina.
«Laddove c'è violazione della pace e delle regole del gioco è fondamentale che la comunità internazionale dia le risposte adeguate. L'obiettivo dell'Italia è mantenere e implementare il protocollo di Minsk», ha spiegato Renzi sostenendo «gli sforzi del formato Normandia» e della Nato nella crisi di Kiev.

Correlati

Potresti esserti perso