Abdel Fattah Sisi 150216074619
LA DECISIONE 1 Marzo Mar 2015 1256 01 marzo 2015

Egitto, elezioni a rischio dopo stop a legge elettorale

La Corte suprema ha bocciato l'articolo sulle circoscrizioni. 

  • ...

Il presidente dell'Egitto, Abdel-Fattah al Sisi.

La Corte Costituzionale egiziana ha stabilito che la legge che traccia i confini delle circoscrizioni elettorali del Paese è incostituzionale. La decisione rischia di far slittare le elezioni parlamentari fissate per il 21 marzo.
BOCCIATO L'ARTICOLO SULLE CIRCOSCRIZIONI. In particolare, la Corte ha bocciato l'articolo 3 che riguarda la ripartizione delle circoscrizioni elettorali nel Paese. La decisione sulla validità delle norme sulle elezioni era molto attesa perché in Egitto non si tengono consultazioni elettorali per la nomina del Parlamento dal 2012. ATTESA ELEZIONE DEL PARLAMENTO. Nel 2014 si sono tenute invece le elezioni del presidente, Abdel Fattah el Sisi, e poi un referendum per l'approvazione della nuova Costituzione, all'inizio dello stesso anno.
L'elezione del Parlamento è il terzo passo del processo democratico indicato dal programma dei militari per l'Egitto dopo la deposizione e l'arresto dell'esponente dei Fratelli musulmani, Mohamed Morsi, il 3 luglio 2013.
UCCISI 175 PRESUNTI TERRORISTI. Continuano intanto le operazioni anti terrorismo delle forze armate egiziane, che hanno ucciso 175 presunti terroristi nel nord del Sinai, in particolare nelle città di El Arish, Sheikh Zouwayed e Rafah. Ne ha informato su Facebook il portavoce militare Mohamed Samir. Inoltre sono stati arrestati 355 ricercati, tra i quali due palestinesi e cinque elementi del gruppo islamico Ansar Beit el Maqdis. Di questa formazione ieri era stata annunciata l' uccisione di 28 uomini e l'arresto di altri 16 durante operazioni congiunte di polizia e militari, compiute con l'ausilio di elicotteri da combattimento Apache.

Correlati

Potresti esserti perso