Regione Campania 141017192535
ELEZIONI 1 Marzo Mar 2015 1019 01 marzo 2015

Regionali Campania, via alle primarie del centrosinistra

Sfida a tre tra Cozzolino, De Luca e Di Lello. Seggi aperti fino alle 21. Al voto anche nelle Marche.

  • ...

Palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania.

Aperti i seggi in Campania per le primarie del centrosinistra. Si sceglie il candidato alla presidenza della Regione destinato a correre nelle prossime elezioni di maggio.
I candidati sono tre: Andrea Cozzolino e Vincenzo De Luca del Partito democratico e Marco Di Lello del Partito socialista italiano. Nell'ultima settimana due candidati si sono ritirati: Gennaro Migliore (Pd) e Nello Di Nardo (Idv).
IN TUTTO 606 SEGGI. In Campania i seggi sono 606 e sono 3.600 i volontari che permetteranno lo svolgimento delle operazioni di voto. In regione c'è anche un funzionario inviato dal Pd nazionale da Roma per vigilare sulla correttezza delle votazioni. I seggi resteranno aperti fino alle ore 21. Poi le urne sigillate con le schede cominceranno ad affluire verso le Terme di Agnano, a Napoli, dove verrà effettuato lo spoglio. Il voto è gratuito per gli iscritti ai partiti della coalizione, mentre tutti gli altri che vorranno esprimere la loro preferenza alle primarie dovranno versare due euro al momento del voto.
PRIMARIE ANCHE NELLE MARCHE. Domenica primo marzo anche nelle Marche il centrosinistra (Pd, Psi, Idv, Verdi, Centro Democratico) sceglie con le primarie il suo candidato presidente alla guida della Regione. Si vota dalle 8 alle 22 in 309 seggi allestiti da 2 mila volontari. Attorno alla mezzanotte si conosceranno i primi dati reali sull'esito della consultazione. Gli sfidanti sono tre, l'ex sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli e l'attuale assessore regionale al Bilancio e alla Cultura Pietro Marcolini, entrambi del Pd, e la candidata dell'Idv Ninel Donini.
Chi si reca ai seggi deve sottoscrivere le linee guida del centrosinistra per le Marche e accettare di essere iscritto nell'Albo pubblico degli elettori del centrosinistra. Bisogna portare un documento di identità, la tessera elettorale e un contributo di almeno due euro per le spese organizzative. Possono votare anche i 671 giovani fra i 16 e i 18 anni e gli stranieri che nei giorni scorsi si sono preregistrati online.

Correlati

Potresti esserti perso