Obama 150216062650
TENSIONE 2 Marzo Mar 2015 2328 02 marzo 2015

Usa-Israele, Obama: «Netanyahu sbaglia sull'Iran»

Il presidente americano: «I rapporti con Tel Aviv non sono compromessi».

  • ...

Il presidente degli Usa, Barack Obama.

È un'aria di tensione quella che soffia tra Tel Aviv e Washington. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha provato a gettare acqua sul fuoco in un'intervista esclusiva alla Reuters: «Non ho nulla di personale con Netanyahu. I rapporti con Israele restano forti. E le divergenze attuali non sono distruttive in maniera permanente».
«PREVISIONI ERRATE». La pietra del contendere sono gli accordi sul nucleare con Teheran. Secondo Obama, prima dell'intesa ad interim nel 2013 «Netanyahu ha fatto ogni sorta di rivendicazione. Ha detto che sarebbe stato un accordo terribile, che avrebbe portato all'Iran un alleggerimento da 50 miliardi di dollari, che l'Iran non avrebbe rispettato l'accordo. Niente di questo si è avverato».
Il presidente americano ha ribadito che l'Iran deve impegnarsi per un congelamento verificabile di almeno 10 anni delle sue attività nucleari.
«IL MODO MIGLIORE PER ESSERE SICURI». «Se l'Iran ha la volontà di concordare un numero a doppia cifra di anni durante i quali manterrà il suo programma nucleare fermo dov'è ora, di fatto riportandone indietro elementi che esistono attualmente... se riusciamo a ottenere questo, e a trovare un modo per verificarlo, non c'è altro passo che potremmo fare che ci dia una garanzia superiore che non hanno l'arma nucleare», ha detto Obama. L'obiettivo degli Usa, ha aggiunto, è di avere la certezza che in questo decennio «ci sia almeno un anno tra noi che li vediamo tentare di ottenere un'arma nucleare e loro che sono effettivamente divenuti in grado di ottenerla».
OMICIDIO NEMTSOV: «IN RUSSIA IL CLIMA PEGGIORA». Obama ha poi commentato l'uccisione di Boris Nemtsov, l'oppositore di Vladimir Putin freddato a Mosca il 27 febbraio. «È l'indicazione di un clima» che in Russia continua a peggiorare. «Libertà di stampa, di assemblea, di informazione e i diritti e libertà civili sono in condizioni molto peggiori di quanto non fosse quattro, cinque o dieci anni fa».

Correlati

Potresti esserti perso