Barack Obama Benjamin 150303103157
INTERVENTO 3 Marzo Mar 2015 1748 03 marzo 2015

Netanyahu: «Il nucleare in Iran è una minaccia per il mondo»

Il premier al Congresso Usa: «Grazie a Obama per quello che fa per Israele». La reazione della Casa Bianca: «Solo retorica, nessuna alternativa concreta».

  • ...

Barack Obama e Benjamin Netanyahu.

Si è tenuto al Congresso americano l'attesissimo intervento di Benjamin Netanyahu, accolto in aula da una vera e propria standing ovation.
«Sono profondamente dispiaciuto che alcuni abbiano percepito la mia presenza qui come politica. Questa non è stata mai la mia intenzione», ha affermato il premier israeliano aprendo il suo discorso. «So che voi siete con Israele. E apprezzo quello che il presidente Barack Obama fa per Israele. Gli sarò sempre grato per l'appoggio che ha dato».
Netanyahu ha messo in evidenza che il rapporto fra Stati Uniti e Israele «deve restare sopra la politica», e questo anche perché «condividiamo lo stesso destino di terra promessa».
LA CASA BIANCA: «SOLO RETORICA». Ma la prima reazione della Casa Bianca all'intervento, riportata dalla Cnn, è stata glaciale: «È solo retorica, nessuna idea nuova, nessuna alternativa concreta». Il presidente americano Barack Obama ha dichiarato: «Non ho visto il discorso di Netanyahu, ho letto la trascrizione: non c'era nulla di nuovo». Netanyahu «non ha offerto nessuna alternativa valida» per impedire che l'Iran si doti delle armi nucleari, ha affermato Obama, sottolineando che il legame fra Stati Uniti e Israele è «indistruttibile». Il presidente americano ha ribadito che uno dei suoi «primi obiettivi» da quando ha assunto l'incarico è stato quello di prevenire che l'Iran si dotasse delle armi nucleari.
LA MINACCIA DEL NUCLEARE. Un tema, quello del nucleare, affrontato da Netanyahu: «Sono qui per parlare di una questione, quella del nucleare in Iran, che minaccia l'esistenza di Israele. È una minaccia non solo per noi, ma per il mondo intero». E ha lanciato un appello: «Dobbiamo stare insieme per fermare la marcia del terrore dell'Iran», sottolineando come l'Iran sia un Paese che ha sempre sostenuto il terrorismo. «Il regime iraniano sarà sempre nemico anche del popolo americano». L'accordo, secondo il premier israeliano, «non impedirà all'Iran di ottenere armi nucleari: anzi, gli permetterà di arrivare» alla bomba atomica.
«IRAN E ISIS IN COMPETIZIONE». Netanyahu ha dichiarato inoltre che la battaglia tra l'Iran e l'Isis non trasforma l'Iran in un amico degli Usa. «L'Isis e l'Iran sono solo in competizione fra loro per la corona dell'Islam militante. In questo caso il nemico del mio nemico...è mio nemico», ha affermato il premier israeliano. «Sconfiggere l'Isis ma dare l'arma nucleare all'Iran vorrebbe dire vincere la battaglia ma perdere la guerra».
«ISRAELE REAGIRÀ ANCHE DA SOLO». «Anche se Israele dovesse rimanere da solo», ha continuato, reagirà da solo alla minaccia nucleare attribuita all'Iran. «Ma so», ha proseguito il premier fra gli applausi dei parlamentari statunitensi, «che non sarà così, perché l'America sta dalla parte d'Israele, voi state con Israele».
OBAMA: «NON FIRMO UN CATTIVO ACCORDO CON L'IRAN». Obama, commentando il discorso del premier israeliano a Washington, ha dichiarato che «il Congresso dovrebbe aspettare un accordo per valutarlo». «Non firmerò un cattivo accordo con l'Iran», ha assicurato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso