Casapuond 141128184255
MAMBO 4 Marzo Mar 2015 1337 04 marzo 2015

Caro Salvini, sarai seppellito da CasaPound

I neofascisti chiederanno sempre di più. E le nozze con la Lega finiranno presto.

  • ...

Manifestanti di CasaPound.

Le dimissioni annunciate e poi ritirate dell’onorevole Emanuela Repetti, compagna di Sandro Bondi, invece di sanare una ferita spargono sale su di essa.
Appena qualche settimana fa, durante il programma L’aria che tira di Myrta Merlino, Daniela Santanchè condivideva le posizioni di Raffaele Fitto ma dichiarava di restare con Silvio Berlusconi per ragioni umane.
Siamo a questo punto anche con la Repetti: per i suoi Berlusconi è un caso umano. Non è un bell’epilogo per un leader indiscusso per ventanni che senza le intemperanze giovanilistiche e sessuali forse sarebbe ancora in cima ai sondaggi.
IL CICLO DI SILVIO È FINITO. Il problema della destra è che il leader di Forza Italia, molto prodigo con i suoi, non ha fatto l’ultimo gesto di generosità, cioè ritirarsi. Ora per lui il destino è sempre più oscuro.
Sarà una nuova sentenza, Milano o Palermo, a costringerlo all’inattività politica? O sarà piuttosto la fuga degli elettori a fargli capire che un tempo è ormai finito?
Sia come sia, il ciclo suo e della sua creatura politica si è drammaticamente concluso e la destra si accorgerà quanto è difficile la ricostruzione.
Matteo Salvini, incoraggiato dai sondaggi e dalle ospitate tivù, crede di aver imbroccato la strada giusta. Non è così.
Guardate la vicenda di Beppe Grillo. A fare casino sono buoni in tanti, poi quando prendi i voti li devi usare e Salvini, come il leader M5s, non saprà usarli e quando li userà il suo giocattolino gli si spaccherà tra le mani.
CASAPOUND, FASCISTI DURI E PURI. Prendiamo come esempio questa sua indecente alleanza con CasaPound, il vero voltafaccia rispetto alla Lega secessionista ma antifascista di Umberto Bossi.
Si tratta di una realtà complessa. Nasce come aggregato giovanile e culturale, ma è anche e soprattutto un centro sociale di destra.
Ha leader sperimentati, militanti determinati, insediamento solido. Sono fascisti senza titubanze, ma anche senza nostalgie, convinti di rappresentare più che un passato, che rivendicano, un futuro.
CasaPound ha rifiutato, ed è stata ufficialmente rifiutata, da altre organizzazioni di destra. Il paradosso è che gli ex fascisti non potevano sdoganare i neo-fascisti. Ci ha provato solo Gianni Alemanno che è stato il più “manesco” dei ragazzi che hanno seguito e poi tradito Gianfranco Fini.
CasaPound è, quindi, un aggregato non opportunistico che se sceglie una parte del campo presenta poi il conto.
Se Salvini crede che le due chiacchiere sull’immigrazione e i silenzi sul ventennio abbiano addomesticato i leader della “Casa”, si fa un’illusione.
SI APRE SPAZIO PER UN PARTITO DI CENTRO. I seguaci di Ezra Pound vorranno di più - e non solo di più - sul terreno del riconoscimento politico, ma di più sul terreno dei contenuti e dei simboli. La Lega di Salvini, a parte la xenofobia, è un soggetto politico denudato. Bossi gli aveva dato un’anima e , se così si può dire, una cultura. Salvini è un arruffapopolo come tanti e come tanti avrà successo e lo perderà.
I suoi compagni di viaggio sono invece militanti duri e puri che vogliono durare nel tempo perché hanno messo le loro radici in un tempo che fu e in un’idea di destra radicale che non è mai morta. Prima o poi questo matrimonio si frantumerà.
Ecco la differenza fra Salvini e Berlusconi che mi porta a dire che il fidanzato della Elisa Isoardi non ha il carisma del Cavaliere.
Silvio includeva e ruminava i suoi alleati, Salvini ci fa un pezzo di strada ma non li assorbe.
Il leader della Lega, infine, rischia di fare un regalo ai centristi.
Se Flavio Tosi dovesse andare con Casini, Alfano e Fitto avremmo un aggregato piccolo, ma anche elettoralmente significativo e soprattutto un rassemblement di centro credibile.
Se Casini rappresenta il passato, Alfano la ripulsa di Berlusconi, Fitto e Tosi hanno radicamento locale.
Un grande partito di centro non si farà per lungo tempo, ma un partito di centro di discrete dimensioni può mettere Salvini alla porta per 20 anni.

Correlati

Potresti esserti perso