Ministro Delle Finanze 150224192649
CRISI ELLENICA 6 Marzo Mar 2015 1307 06 marzo 2015

Grecia, il governo invia la lettera sulle riforme all'Eurogruppo

Secondo fonti Ue, la missiva del ministro delle Finanze Varoufakis non sbloccherebbe gli aiuti.

  • ...

Il ministro delle Finanze ellenico Yanis Varoufakis.

La Grecia ha inviato all'Eurogruppo la lettera con i dettagli sulle riforme messe a punto dal governo di Atene.
Lo ha riferito a Bloomberg il portavoce del governo ellenico Gabriel Sakellaridis.
NIENTE SBLOCCO DEGLI AIUTI. Il presidente Jeroen Dijsselbloem ha ricevuto la missiva del ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis con le riforme proposte dal governo ellenico, ma anche se verranno illustrate all'Eurogruppo lunedì 9 marzo, non si accelererà il processo per l'esborso degli aiuti. Secondo fonti Ue, il negoziato 'tecnico' che porterà allo sblocco della tranche di aiuti «è ancora in alto mare».
SETTE RIFORME SUL TAVOLO. Nella lettera inviata all'Eurogruppo, Varoufakis, ha messo sul tavolo sette riforme. Lo scrive il Financial Times, che ha preso visione della missiva, dove cita l'istituzione di «un consiglio di bilancio» per monitorare la spesa del governo ed un nuovo piano per riscuotere le imposte non pagate.
IL PIANO CONTRO L'EVASIONE. Tra le proposte meno ortodosse figura quella che Varoufakis chiama «schema per la lotta all'evasione dell'Iva con informatori» dove un «gran numero di osservatori saltuari» aiuterà il governo a dare la caccia a chi tenta di non pagare l'Iva. Solo la notizia che centinaia di migliaia di «osservatori saltuari sono ovunque con registratori e telecamerine per conto dell'agenzia delle entrate, ha la capacità di far cambiare atteggiamenti molto velocemente», ha scritto nella lettera il ministro delle finanze ellenico.
DOMESTICI E STUDENTI COME AGENTI DELLE TASSE. Secondo il Financial Times, il ministro delle Finanze ha messo sul tavolo il reclutamento «di studenti, domestici e perfino turisti» per sguinzagliarli come agenti delle tasse sotto copertura.

Correlati

Potresti esserti perso