Battista 140822153645
ACCUSA 13 Marzo Mar 2015 1337 13 marzo 2015

Di Battista: «Via dal nazismo nordeuropeo»

Il deputato del M5s attacca Berlino: «Siamo nel marco, non nell'euro». E auspica l'unione degli Stati del Sud.

  • ...

Alessandro Di Battista del M5s.

Attacco frontale di Alessandro Di Battista alla Germania. Il deputato del Movimento 5 stelle si è scagliato contro l'Ue e Berlino nel corso del convegno All'alba di una nuova Europa, organizzato alla Camera dai pentastellati: «Noi non stiamo nell'euro, stiamo nel marco sostanzialmente», ha esordito Di Battista, invocando la fuoriuscita dell'Italia dalla moneta unica, e l'allontanamento dal «nazismo centrale nordeuropeo» che «produrrà sempre più schiavi».
«VOGLIONO COLONIZZARCI». Secondo il parlamentare grillino, gli Stati che fanno capo alla Germania «vogliono colonizzare il Sud Europa».
Di Battista ha dato un'apertura di credito al premier greco Alexis Tsipras, evidenziando che però le intenzioni non bastano: «Nel programma di Syriza ci sono cose buone, ma non le realizzeranno mai restando nell'euro. Ci sono diversi modi per uscire dall'euro: iniziamo a contrastare questo mantra. Ci dicono se uscite dall'euro si svaluteranno i salari, perderà potere d'acquisto la vostra moneta, ci sarà deflazione, i mutui, la disoccupazione crescerà, il Paese perderà competitività industriale: tutto quello che sta succedendo oggi restando nella moneta unica».
«EUROPA MERIDIONALE: TERZO PIL MONDIALE». Restare da soli, dunque? Non necessariamente: «Se le economie dei tre Paesi dell'Europa meridionale si unissero, sarebbe il terzo Pil mondiale dopo Cina e Usa».
Nessuna alleanza, comunque, con Syriza o Podemos: «Noi dilaoghiamo con tutti, in Europa abbiamo costruito con Farage».
Riappropriarsi della politica monetaria è indispensabile secondo il M5s. C'è bisogno di «una banca pubblica nazionalizzata che emetta e stampi moneta. È un modo per dare a un popolo, a un governo, un potere: una politica monetaria, fiscale, valutaria. Sono degli strumenti per uscire dalla crisi, giocarci, tutti lo fanno, ma oggi non abbiamo questo potere».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso