Grecia 150218204941
CRISI 13 Marzo Mar 2015 1035 13 marzo 2015

Grecia, braccio di ferro su default e uscita dall'euro

Schaeuble: «Non escludiamo Grexit». Ma Juncker frena: «Atene non fallirà».

  • ...

Alexis Tsipras, premier della Grecia.

C'è grande incertezza intorno al futuro della Grecia, tra un esito positivo delle trattative con l'Ue, la possibilità di default e l'eventuale uscita dall'euro. Su quest'ultimo punto è intervenuto il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, che non ha escluso l'ipotesi di un'uscita di Atene dalla moneta unica. «Dal momento che la responsabilità di decidere è solo della Grecia, e non sappiamo cosa pensa di fare chi è al governo, non possiamo escluderlo».
JUNCKER: «ESCLUDIAMO IL DEFAULT». Ma il presidente Commissione Ue, Jean-Claude Juncker ha voluto gettare acqua sul fuoco: «Siamo ormai giunti ai momenti decisivi. La Commissione non è l'attore protagonista di questa fase, ma faremo di tutto per collaborare. Quello che escludiamo è il default», ha detto accogliendo premier greco Alexis Tsipras a Bruxelles. «Ritengo possibile», ha aggiunto Juncker, «una soluzione nelle prossime settimane».
TSIPRAS OTTIMISTA. Soddisfatto di queste parole Tsipras, che ha commentato: «Sono molto felice di essere qui: lavoriamo per trovare il miglior modo di implementare le decisioni già prese. Credo che se c'è la volontà politica tutto è possibile».
BERLINO DICE NO ALLE MINACCE. Ma il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, ha riacceso la polemica. Rispondendo a una domanda sulle recenti minacce del ministro della Difesa greco Panos Kammenos di riempire l'Europa e la Germania di profughi e magari terroristi, Seibert ha affermato: «Con le minacce non si arriva a risultati nell'Eurozona e non bisogna strumentalizzare il tema dei rifugiati».
RIPAGATA TRANCHE DEL PRESTITO FMI. Intanto la Grecia ha dato ordine di ripagare una tranche da 348 milioni del prestito ricevuto dal Fondo monetario internazionale. Lo ha riferito un portavoce del ministero delle Finanze. La somma è stata depositata alla Banca di Grecia. Le prossime tranche del prestito del Fmi sono 558 milioni il 16 marzo e 335 milioni il 20.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso