Berlusconi Servizi Sociali 140415131728
VISITA 16 Marzo Mar 2015 1711 16 marzo 2015

Berlusconi torna a Cesano Boscone dopo la fine dei servizi sociali

Il direttore della Sacra Famiglia: «Ha espresso il desiderio di continuare a collaborare con la Fondazione».

  • ...

Uno dei giardini esterni del centro per anziani di Cesano Boscone, in provincia di Milano.

Silvio Berlusconi la mattina del 16 marzo è tornato alla Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone.
Questa volta non perché lo prevedeva l'affido (ormai terminato) ai servizi sociali per la condanna nella vicenda Mediaset, ma come 'semplice' cittadino.
VUOLE COLLABORARE. I vertici della Fondazione gli hanno fatto visitare tutta la struttura. E lui, dopo la visita, ha spiegato il direttore Paolo Pigni, «ha espresso il desiderio di poter continuare a collaborare con la nostra Fondazione in modi e forme che verranno definiti». Prima di lasciare Cesano, l'ex premier è anche tornato alla residenza San Pietro dove, dal 9 maggio allo scorso 6 marzo, ha assistito i malati di alzheimer ogni venerdì.
L'ex premier ha visitato i laboratori di terapia occupazionale - atelier di falegnameria, ceramica e decoupage - a cui partecipano centinaia di disabili che risiedono nella Fondazione o che frequentano il centro diurno. È poi andato alla residenza sanitaria per disabili Santa Teresina, dove vivono 60 persone che hanno meno di 65 anni e non possono essere assistite a casa.
RICHIESTA ACCOLTA «CON SODDISFAZIONE». La Sacra Famiglia ha accolto «con soddisfazione», ha sottolineato Pagni, la richiesta di Berlusconi di conoscere l'attività della Fondazione. «Speriamo che possa rappresentare un'occasione per mostrare la ricchezza di una realtà come la nostra» - ha aggiunto il direttore - «e, in particolare, il nostro modo di operare per sostenere e sviluppare l'evoluzione di servizi preziosi e importanti per l'intera società».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso