Alema Massimo Renzi 140527111825
SCONTRO 21 Marzo Mar 2015 1400 21 marzo 2015

Pd, è guerra aperta tra minoranza e renziani

D'Alema attacca Renzi: «Partito gestito con arroganza». E Bersani lo applaude. Guerini: «Matteo ha stravinto, accettatelo». Ncd, Alfano stoppa i malpancisti.

  • ...

L'ex segretario dei Ds, Massimo D'Alema.

D'Alema da un parte, Orfini e Guerini dall'altra. Un nuovo botta e risposta allarga la spaccatura nel Partito democratico.
Al Nazareno, sempre più ammantato di discordia, l'affondo del Lider Maximo non è passato in sordina.
Dall'assemblea della sinistra Pd, riunitasi all'Acquario di Roma, l'ex premier è entrato di nuovo a gamba tesa su Matteo Renzi e ha lanciato un messaggio a chi non si riconosce nella sua governance: il Pd, ha tuonato, è «un partito a forte componente personale e anche con un certo carico di arroganza».
GUERINI: «RENZI HA STRAVINTO, ALTRI NO». Pronta è arrivata la dura replica su Twitter dei fedelissimi del premier. «Renzi ha stravinto il congresso e portato il Pd al 41% per cambiare l'Italia dove altri non sono riusciti, qualcuno se ne faccia una ragione», ha scritto senza mezzi termini il vicesegretario Lorenzo Guerini.


ORFINI: «TONI DEGNI DELLE RISSE DA BAR». Sempre sul social l'eco di Matteo Orfini, che ha definito quelli usati da D'Alema «toni degni di una rissa da bar».


Speranza getta acqua sul fuoco: «Scissione? Non se ne parla»

Pier Luigi Bersani (a sinistra) con Roberto Speranza all'incontro dall'area riformista della minoranza Pd a Bologna.

A gettare acqua sul fuoco che alimenta lo scontro interno al Nazareno e a escludere fuoriuscite in seno al partito è stato invece il capogruppo dem alla Camera, Roberto Speranza.
«Chi pensa a scissioni o cose del genere, sbaglia, non è nel nostro vocabolario», ha dichiarato. «Ma è giusto che ci sia un confronto. Oggi da qui arriva un contributo costruttivo per rendere più forte il Pd».
D'ALEMA: «CREARE ASSOCIAZIONE DI RINASCITA». «Condivido l'idea di dare battaglia dentro il Pd», ha spiegato al congresso di Roma D'Alema, «ma noi non dobbiamo fare gli iscritti alle correnti ma unirci per creare una grande associazione per il rinnovamento e la rinascita della sinistra che non sia un nuovo partito politico ma offra uno spazio di partecipazione».
Creare una vasta associazione di rinascita della sinistra, a partire dal Pd: è questa la proposta lanciata durante la convention della minoranza dem. «Io penso», è la posizione espressa da D'Alema, «che dobbiamo trovare un nuovo modello organizzativo anche per quello che riguarda i tesseramenti. Non tessere degli iscritti alle correnti del Pd. Per favore, no. Ma creare una vasta associazione di rinascita della sinistra che non sia un nuovo partito politico, ma uno spazio di partecipazione per tante persone».
BERSANI: «MASSIMO? PAROLE SACROSANTE». All'assemblea romana, che ha riunito tra gli altri anche Gianni Cuperlo, Stefano Fassina, Pippo Civati, il renziano Ernesto Carbone e anche esponenti di Sel, è intervenuto pure Pier Luigi Bersani, il quale ha promosso l'idea dalemiana di un'associazione per la «rinascita della sinistra».
«D'Alema ha detto una cosa sacrosanta: c'è tanta gente nel Pd che è in sofferenza e a disagio. Dobbiamo trovare il sistema anche dal punto organizzativo per dialogare con questi mondi», ha osservato Bersani. «Conoscendolo non credo che stia strizzando l'occhio a Landini».

Correlati

Potresti esserti perso