Tsipras Merkel 150212200348
CRISI GRECA 23 Marzo Mar 2015 0001 23 marzo 2015

Tsipras a Merkel: «Senza aiuti impossibile pagare il debito»

Lettera del premier: «Salari e pensioni in pericolo». Incontro decisivo tra i due.

  • ...

La stretta di mano fra Alexis Tsipras e Angela Merkel.

Se l'Eurozona non darà nel breve periodo un'assistenza finanziaria alla Grecia, per Atene sarà impossibile onorare i suoi obblighi sul fronte del debito, compreso il pagamento di pensioni e salari: lo ha scritto il primo ministro greco, Alexis Tsipras, in una lettera inviata alla cancelliera tedesca, Angela Merkel, e ottenuta dal Financial Times.
Il documento è datato 15 marzo, prima che la cancelliera tedesca accettasse di incontrare Tsipras a margine del vertice Ue, invitando il premier greco a Berlino per un faccia a faccia previsto per la serata di lunedì 23 marzo.
PRESTITI O SPESA SOCIALE. Nella missiva - secondo il Ft - Tsipras denuncia il fatto che il suo governo viene costretto a scegliere tra saldare i prestiti, soprattutto al Fondo monetario internazionale (Fmi), o continuare a erogare la spesa sociale. E dà la colpa ai limiti posti dalla Banca centrale europea (Bce) alla capacità della Grecia di emanare titoli di debito di breve termine, oltre che - prosegue il Ft - alle autorità dell'Eurozona che si rifiutano di rimborsare ogni aiuto prima che Atene adotti un nuovo pacchetto di riforme economiche.
PREOCCUPAZIONE PER LA LIQUIDITÀ DI ATENE. Il 23 marzo a Berlino è dunque previsto l'incontro cruciale fra Tsipras e Merkel, mentre ad Atene crescono le preoccupazioni sul calo delle riserve di liquidità della Grecia e i funzionari del governo si stanno affrettando a dare gli ultimi ritocchi ad un elenco di riforme dettagliate in linea con le richieste dei creditori internazionali del Paese. Secondo il quotidiano greco Kathimerini, la sfida che Tsipras deve affrontare è dura e ha molte sfaccettature: prima di tutto, nonostante le sue rassicurazioni sul fatto che la Grecia onorerà tutti i propri obblighi, lo Stato è a corto di soldi. Atene ha bisogno di circa 1,5 miliardi di euro per far fronte ai propri obblighi per marzo e 2 miliardi di euro per aprile. Alcune fonti hanno indicato che i responsabili del governo hanno trovato un modo di coprire gli obblighi di fine marzo, ma ancora non è chiaro quello che succederà dopo.
MISURE ANTI-EVASIONE. Nella lista di interventi che Tsipras vuole presentare a Merkel non compaiono misure di austerità, ma soprattutto interventi contro l'evasione fiscale e la corruzione con indicati però anche l'impatto sull'economia nazionale ed i tempi. Nell'agenda, secondo i media ateniesi, ci sarà anche la rivendicazione dei danni causati al Paese dai tedeschi durante la Seconda Guerra mondiale, la restituzione del prestito forzoso fatto al III Reich (almeno 11 miliardi di euro odierni secondo un recente rapporto ufficiale ellenico).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso