Premier Matteo Renzi 150311125254
VERTICE 23 Marzo Mar 2015 0910 23 marzo 2015

Renzi-Mattarella: incontro per il dopo-Lupi

Il premier al Colle. Sul tavolo la nomina del nuovo ministro delle Infrastrutture.

  • ...

Il premier Matteo Renzi e il capo dello Stato Sergio Mattarella.

Il premier Matteo Renzi ha assunto l'interim alle Infrastrutture dopo il colloquio di un'ora con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale. Sul tavolo c'era la nomina del nuovo ministro dopo le dimissioni di Maurizio Lupi, coinvolto nell'inchiesta Grandi appalti.
SARÀ UN POLITICO. Secondo fonti di Palazzo Chigi, l'interim di Renzi sarà breve e il nuovo ministro non sarà un tecnico, bensì un politico. Lo stesso premier ha fatto sapere che «dobbiamo essere coerenti con il messaggio che il nostro governo intende dare, ossia quello del ritorno e dell’assunzione di responsabilità della politica».
DELRIO FAVORITO. Sembrano infatti scendere le quotazioni del procuratore aggiunto della Dda di Reggio Calabria, Nicola Gratteri, e del presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone. In pole position c'è l'attuale sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio.
Adesso il premier si concentrerà sulle cose da fare e sull'agenda di quel dicastero, poi sull'identikit del nuovo ministro.
RENZI: «NO DIMISSIONI PER AVVISI DI GARANZIA». Renzi in precedenza ha escluso che ora tocchi ai sottosegretari coinvolti in altre vicende giudiziarie fare un passo indietro: «Ho sempre detto che non ci si dimette per un avviso di garanzia: per me un cittadino è innocente finché la sentenza non passa in giudicato. Del resto, è scritto nella Costituzione».

Correlati

Potresti esserti perso