Pier Luigi Bersani 140107095546
POLITICA 1 Aprile Apr 2015 1315 01 aprile 2015

Italicum spacca Pd, scontro Bersani-Orfini

L'ex segretario: «Renzi non ha più i numeri». La replica: «Minacce di scissione incomprensibili».

  • ...

L'ex segretario del Pd, Pier Luigi Bersani.

Botta e risposta sull'Italicum. La diatriba all'interno del Pd sulla riforma elettorale si arricchisce di un nuovo capitolo con Pier Luigi Bersani che è tornato a proiettare ombre di scissioni nel partito in vista del voto e Matteo Orfini che in una dura replica ha definito «incredibili» le parole dell'ex segretario.
BERSANI: «RENZI NON HA PIÙ I NUMERI». «Non sono così convinto che Renzi abbia i numeri per approvare l'Italicum. A partire dalla commissione Affari costituzionali. Ne dovrà sostituire tanti di noi per arrivare al traguardo. E se continuerà a fare delle forzature, io stesso chiederò di essere sostituito», ha detto Bersani in una intervista a Repubblica. «La scissione?», ha proseguito l'ex segretario, «vediamo se si fa carico del problema».
E ancora: «Noi abbiamo detto: concordiamo alcune modifiche e poi votiamo l'Italicum tutti insieme sia alla Camera sia al Senato. E lui che dice? Non mi fido. Ho trovato questa risposta offensiva, molto più di tante battutine personali che riserva a chi dissente». «Non mi fido di Berlusconi lo puoi dire. Ma se non ti fidi del tuo partito, è la fine», ha proseguito Bersani.
«Le preferenze sono un falso problema. Fanno schifo. Ma se a Renzi non piacciono, perché non abolisce le primarie?».
ORFINI: «INCOMPRENSIBILE, CREA TENSIONE». «Immaginare che si possa spaccare il Pd su una richiesta di modifiche marginali all'Italicum, dopo che anche su sollecitazione di Bersani è stato completamente riscritto, lo trovo incredibile e incomprensibile», ha ribattuto Orfini. «Non vorrei che per ragioni strumentali si creasse tensione nel Pd».
Le opinioni espresse sulla legge elettorale dall'ex segretario «le trovo abbastanza incredibili in un momento come questo», ha detto ancora il presidente del Pd. E sul rischio di una scissione del partito ha aggiunto: «Spero che Bersani sia stato male interpretato e in ogni caso non credo che corrisponda all'umore e al sentimento della nostra gente». «Non vorrei che si finisse per creare una situazione di tensione. Non è quello che i nostri iscritti ed elettori ci chiedono».
GIACHETTI: «PROVOCAZIONI DA PIERLUIGI». Alle parole dell'ex segretario del Pd in tema di riforma elettorale ha ribattuto anche il vicepresidente Pd della Camera Roberto Giachetti: «Caro Bersani, io avrei la memoria corta? Diciamo che, se sei in buona fede, hai le idee piuttosto confuse. Ti faccio presente che in poche righe hai detto tre falsità».
«E sentirvi dire oggi che votereste subito per il Mattarellum non è solo una insopportabile provocazione ma una colossale mistificazione della realtà», ha rincarato Giachetti, rivolto alla minoranza dem nel suo complesso e proponendo anche l'esplicito hashtag #facciofaticaanonincazzarmi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso