Salvini 150401195503
CARROCCIO 1 Aprile Apr 2015 1957 01 aprile 2015

Salvini: «Andrò alla Garbatella», i centri sociali insorgono

Attacco al leader della Lega: «Gli daremo il benvenuto con i pugni alzati». Sel: «Tour sconsigliato».

  • ...

Matteo Salvini mostra una maglietta con la scritta 'Garbatella'.

Matteo Salvini, nel giorno in cui ha annunciato il passaggio alla Lega Nord della deputata Barbara Saltamartini, ha accolto l'invito di Andrea Baccarelli, uno dei nuovi otto consiglieri municipali romani passati sotto la bandiera del Carroccio, annunciando un tour in quello che è considerato il 'cuore rosso' della Capitale: «Un volantinaggio al mercato della Garbatella lo vengo a fare»,.
CENTRI SOCIALI CONTRO. A rispolverare la memoria al leader della Lega - che ha mostrato ai fotografi la t-shirt con la scritta 'Garbatella' - ci hanno pensato però i centri sociali 'La Strada' e 'Casetta Rossa', due dei più attivi nel quartiere popolare. «Gli daremo il benvenuto con i pugni alzati. Garbatella è sociale ed accogliente», hanno scritto sui loro profili social.
SEL CONTRO SALVINI. E il capogruppo di Sel in Campidoglio, Gianluca Peciola, ha ribadito: «Salvini a Garbatella riceverà lo stesso trattamento di Alemanno. Sconsigliamo vivamente». «Dice Salvini che a Garbatella sono tutti coglioni», gli fa eco il compagno di partito, nonché vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio. «Strano, perché non ci sono leghisti». Sempre da Sel, è critico anche il vicesindaco di Roma, Luigi Nieri, che si domanda: «Salvini a Garbatella? Sarà come Borghezio a Torpignattara, cacciato a pernacchie da mamme di allievi Pisacane».
«NESSUNO CI OFFENDA». Ma i più critici sulla visita del leader del Carroccio sono proprio i residenti, chi Garbatella la vive quotidianamente. «Matteo Salvini, annunciando una sua prossima visita, apostrofa con l'appellativo 'coglioni' gli abitanti di Garbatella», ha sottolineato il presidente del municipio, Andrea Catarci. «Nessuno può permettersi di offendere i nostri quartieri, tantomeno quegli esponenti della Lega Nord che, al motto di Roma ladrona, sono soliti insultare anche l'intera città che amiamo».

Correlati

Potresti esserti perso