INCONTRO 8 Aprile Apr 2015 1400 08 aprile 2015

Crisi Grecia, Tsipras va da Putin: «Nuovo inizio ai rapporti con la Russia»

Vertice al Cremlino. Il presidente russo: «Atene ha chiesto prestiti, non aiuti». Tsipras sull'Ucraina: «Basta sanzioni».  Foto.

  • ...

Il premier greco Alexis Tsipras (a sinistra) incontra al Cremlino il presidente russo Vladimir Putin.

Si è concluso dopo circa due ore e mezzo il colloquio al Cremlino tra il presidente russo Vladimir Putin e il premier greco Alexis Tsipras. I due leader hanno firmato una serie di documenti prima di tenere una conferenza stampa congiunta trasmessa in diretta tivù.
TSIPRAS: «NUOVO INIZIO PER IL BENE DEI POPOLI». «L'obiettivo della mia visita è cercare insieme di dare un nuovo via, un nuovo inizio ai nostri rapporti per il bene di entrambi i popoli», ha dichiarato Tsipras. Il capo del governo greco ha sottolineato che lo sviluppo dei rapporti bilaterali favorirà la stabilità e la sicurezza nella regione.
PUTIN: «PROFONDI LEGAMI TRA GRECIA E RUSSIA». Anche Putin ha sottolineato che i popoli dei due Ppaesi hanno profondi legami e «radici spirituali comuni»: Russia e Grecia, ha detto, sono accomunate dalla fede ortodossa. «Mi fa piacere incontrarla alla vigilia della Pasqua ortodossa che cade domenica 12 aprile, ndr)», ha detto Putin. «Questa è la nostra festa comune. A questo proposito vorrei sottolineare il carattere particolare dei nostri rapporti, intendo dire proprio le nostre radici spirituali comuni», ha aggiunto.
GOVERNO RUSSO: «PROPOSTE PER L'EMBARGO A FAVORE DI ATENE». Il ministro dello sviluppo economico Alexiei Uliukaiev, citato dalla Tass ha reso noto che il governo di Mosca ha già preparato alcune proposte a favore della Grecia a proposito dell'embargo ai prodotti alimentari occidentali, deciso come risposta alle sanzioni per la crisi ucraina. «Ne discuteremo nel corso dell'incontro tra il capo del governo russo e il premier greco», ha dichiarato. «Noi abbiamo preparato una serie di proposte da discutere che riguardano il problema dell'embargo», ha aggiunto, senza fornire ulteriori dettagli.
PUTIN: «ATENE HA CHIESTO POSSIBILI AIUTI». «La Grecia non ha chiesto alla Russia aiuti finanziari, ma i prestiti nel quadro della cooperazione sono possibili», ha detto Vladimir Putin, rispondendo alla domanda di un giornalista durante la conferenza stampa congiunta dei due leader. Il 2016 sarà l'anno incrociato Russia-Grecia, ha annunciato il presidente russo.
Oltre al memorandum per l'anno incrociato nel 2016 e al piano di azioni comune per il prossimo biennio, Putin e Tsipras hanno firmato una dichiarazione congiunta in occasione dei 70 anni della vittoria sovietica sul nazismo. Tsipras parteciperà alla tradizionale parata in piazza Rossa prevista per il 9 maggio.
TSIPRAS SULL'UCRAINA: «LASCIARSI ALLE SPALLE LE SANZIONI». Per superare la crisi in Ucraina «è necessario lasciarsi alle spalle il circolo vizioso delle sanzioni», ha detto Tsipras in conferenza stampa, sottolineando inoltre l'importanza del rispetto degli accordi di Minsk per mettere fine alla guerra. «La cosa migliore per risolvere i problemi è fermare la guerra delle sanzioni e le contromisure russe», ha dichiarato Putin.
«Vorrei chiarire che la Grecia è un Paese sovrano, con un diritto irrinunciabile ad esercitare una politica estera multilaterale e a svolgere il proprio ruolo geopolitico come Paese balcanico, mediterraneo, europeo e della regione del mar Nero», ha detto il premier greco, difendendo così il diritto del suo Paese ad esercitare una politica estera sovrana, dopo le critiche ricevute per la sua visita in Russia.
PUTIN: «LA GRECIA NON È UN CAVALLO DI TROIA DELL'UE». Putin ha negato di voler usare la Grecia come «cavallo di Troia» per condizionare i rapporti con l'Unione europea. «Voglio assicurare che noi non intendiamo usare nulla dentro la Ue per risolvere in modo frammentario il problema del miglioramento dei rapporti con tutta l'Unione Europea», ha affermato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso