Luigi Zanda Emendamenti 140717155911
RICHIAMO 9 Aprile Apr 2015 1702 09 aprile 2015

Zanda bacchetta i senatori Pd: «Troppe assenze»

Il capogruppo al Senato scrive ai colleghi: «Se manca la tensione è a rischio la continuità della legislatura».

  • ...

Luigi Zanda, capogruppo al Senato del Partito democratico.

Il presidente dei senatori del Partito democratico, Luigi Zanda, ha richiamato all'ordine i suoi via mail.
I numeri della maggioranza a palazzo Madama sono risicati e se si continua con le assenze e i ritardi si mette davvero a rischio il prosieguo della legislatura.
ASSENZE IN AULA E IN COMMISSIONE. A spingere Zanda a lanciare l'appello sarebbero state non solo le assenze di giovedì 9 aprile in Aula dove, dopo il voto sulle mozioni contro la chiusura degli uffici postali, è mancato per due volte di seguito il numero legale. Ma soprattutto il rischio che si è corso nella serata di mercoledì 8 aprile per l'approvazione del decreto antiterrorismo. Nella riunione congiunta delle commissioni Difesa, Esteri e Giustizia, che doveva votare in notturna il testo in scadenza il 20 aprile, a garantire il numero legale sarebbero stati essenzialmente il presidente della commissione Giustizia, Francesco Nitto Palma di Forza Italia, e il leghista Sergio Divina. Tra i mancanti all'appello anche il presidente della commissione Difesa, Nicola Latorre, forse impegnato in una cena all'ambasciata russa, la cui assenza ha consentito che la presidenza venisse affidata al presidente più 'anziano', cioè Palma.
PERICOLO PER IL DEF. Tra pochi giorni approderà al Senato il Def e con i numeri non si può più scherzare. Zanda non può e non vuole correre rischi. Perché il testo passi servono almeno 161 voti e la platea massima su cui ora la maggioranza può contare, visto che alcuni senatori a vita quasi mai votano, oscilla tra i 169 e i 170. Basta dunque un solo piccolo imprevisto per mettere il governo nei guai. Per questo il capogruppo Pd è corso ai ripari per tempo, avvertendo tutti sull'importanza di non marcare più visita.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso