Adriana Poli Bortone 110609160900
SCONTRO 11 Aprile Apr 2015 1150 11 aprile 2015

Puglia, Forza Italia candida la Poli Bortone

Forza Italia sceglie la senatrice di Fdi. Contro il fittiano SchittulliMa Salvini non ci sta. Meloni: «Scelta gradita, ma se la coalizione si divide non ha senso». Fitto: «Il Cav gioca a perdere».

  • ...

Il dado è tratto in Puglia. O almeno lo ha tratto la dirigenza di Forza Italia (Fi).
Dopo la rottura con il candidato sostenuto dai fittiani e sulla carta anche da Ncd e Fratelli di Italia, Francesco Schittulli, Fi ha deciso di candidare per le regionali Adriana Poli Bortone di Fdi -An. Il segretario regionale, Luigi Vitali, ha annunciato la scelta al termine della riunione del Comitato regionale del partito convocata per l'11 aprile.
La senatrice ha commentato così: «Se il mio partito me lo dovesse chiedere la prenderei in considerazione ma non avuto ancora il tempo di chiamare Giorgia Meloni».
«SCELTA CON BERLUSCONI». La decisione di candidare Adriana Poli Bortone è stata presa «dopo una lunga e attenta analisi» dal comitato regionale, d'intesa col presidente Silvio Berlusconi, «con l'auspicio», ha sottolineato Vitali, «di incontrare la disponibilità della stessa senatrice e l'intesa con Fratelli d'Italia, Noi con Salvini e con tutti i partiti e movimenti che sostengono la linea di Forza Italia».
Vitali aveva riunito l'esecutivo del partito per decidere assieme ai dirigenti, i consiglieri regionali e i parlamentari che si riconoscono nella linea del presidente Silvio Berlusconi, il percorso da imboccare «dopo», ha spiegato Vitali, «l'inopinata e ingiustificata esclusione del nostro partito dalla coalizione a sostegno del candidato Francesco Schittulli».
«IL TEMPO PER FITTO È FINITO». A chi chiedeva se Fitto fosse fuori dal partito Vitali ha risposto: «Io penso ancora di no». E però ha aggiunto: «Il tempo per Schittulli è scaduto», ha aggiunto, «e anche per Fitto che ora faccia quello che crede, non è un problema nostro. Noi vogliamo mantenere la bandiera di Forza Italia e dimostrare che in Fi è Silvio Berlusconi a dare questa certezza agli elettori e sono sicuro che l'abbiamo raggiunta». E ancora: «Noi costituiremo la lista di Forza Italia e se qualcuno presenterà liste alternative a Forza Italia, credo non ci sia bisogno di un giudice per decidere questa cosa». Come a dire che non ci sono alternative alla decisione dei vertici. La candidatura, ha ribadito il segretario regionale «è concordata col presidente Berlusconi». E dell'ex Cav non è solo la candidatura: «Il simbolo credo sia di Berlusconi. L'ha creato, costituito, finanziato, sostenuto e fatto votare. Pensare», ha concluso Vitali, «che ci possa essere uno all'interno di Forza Italia che possa immaginare che il simbolo possa essere scollegato da Silvio Berlusconi vuol dire che ha bisogno della neuro».
«FORZA ITALIA GIOCA A PERDERE». A stretto giro di posta è arrivata la reazione di Fitto, che sul suo sito ha pubblicato una lettera aperta rivolta al Cavaliere: «Lo dico chiaramente a Silvio Berlusconi: caro presidente, stai scegliendo una linea da 'cupio dissolvi' e lo dico con grande amarezza», si legge. «È ormai chiaro che Forza Italia gioca a perdere, disinteressandosi della Puglia e delle ragioni dei pugliesi, che chiedono un'alternativa al malgoverno della sinistra».

Noi con Salvini a Forza Italia: «Nessun accordo su Poli Bortone»

Ora però si apre l'incognita alleanze. Cosa faranno Lega, Fratelli di Italia e Ncd? Il coordinatore regionale di Noi con Salvini, Rossano Sasso, ha già detto che il nome della Bortone, «non è di nostro gradimento». E però Vitali sembra aspettare un pronunciamento dall'alto, in perfetto stile Forza italia: «Me lo deve dire Salvini, con tutto il rispetto. Questa proposta è stata concordata con il presidente Berlusconi, avrà avuto i suoi buoni motivi». E però anche Raffaele Volpi, vicepresidente di Noi con Salvini e responsabile del progetto di espansione della Lega Nord al centro-sud ha commentato: «Auspichiamo che il nome della Poli Bortone sia una proposta messa lì da Forza Italia. Non c'è alcun accordo in merito». «La stessa Poli Bortone», ha aggiunto Volpi, ha detto che non era disponibile».
Al momento con Forza Italia ci sarebbero il Nuovo Psi e la Socialdemocrazia. «Stiamo trattando», ha precisato Vitali, «anche con Democrazia cristiana e Partito liberale». «In più», ha concluso, «non escludo ci possano essere una o più liste civiche a sostegno di Forza Italia.
MELONI: «NO SE È DIVISIVA». Pronto il commento di Giorgia Meloni di Fdi: «La proposta di FI di candidare a presidente una nostra storica e apprezzata esponente quale Adriana Poli Bortone è motivo di orgoglio ma avrebbe significato solo se servisse a unificare tutta la coalizione».
«Se finisse con l'essere ulteriore motivo di divisione non sarebbe per noi possibile aderire a questa ipotesi», ha aggiunto la politica romana.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso