PROFILO 15 Aprile Apr 2015 0800 15 aprile 2015

Josephine Witt, la manifestante che ha aggredito Mario Draghi

Attivista, tedesca e 21enne: chi è la ragazza che ha interrotto la conferenza stampa del presidente della Bce.

  • ...

Ha 21 anni, è di Amburgo e ha fatto dell'attivismo la sua ragione di vita.
È Josephine Witt (leggi il profilo) la ragazza che il 15 aprile ha interrotto a colpi di coriandoli la conferenza stampa del presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi (guarda le foto).
Nonostante l'identità non sia stata confermata ufficialmente dalla polizia, a rivelare nome e cognome della giovane è stato il tabloid tedesco Bild.
SENO NUDO IN CHIESA. Prima della performance andata in scena a Francoforte, Josephine Markmann (sarebbe questo il suo vero nome) si era già fatta notare qualche anno fa: nel 2013 ha interrotto la messa di Natale nel Duomo di Colonia mostrando il seno con la scritta «Io sono Dio».
In quell'occasione Josephine è stata denunciata per disturbo di funzione religiosa e rilasciata dopo un fermo della polizia.
DAL CARCERE A TRAPATTONI. Nel 2014 si è fatta 29 giorni di carcere per aver protestato con altre quattro Femen contro l'arresto di una collega tunisina.
E sempre lo stesso anno ha fatto irruzione nello studio tivù del talk show Markus Lanz dove erano ospiti Giovanni Trapattoni e l'ex calciatore Thomas Strunz. Visti gli ospiti, Josephine si è presentata seminuda e con due palloni da calcio insanguinati disegnati sul seno per denunciare lo sfruttamento dei lavoratori immigrati che stanno costruendo gli impianti per i mondiali del 2022.

Correlati

Potresti esserti perso