Raffaella Paita 150111224556
INCHIESTA 15 Aprile Apr 2015 1920 15 aprile 2015

Liguria, Paita è indagata per l'alluvione del 2014

La candidata del Pd alla Regione è accusata per la mancata allerta.

  • ...

Raffaella Paita, vincitrice delle primarie del centrosinistra in Liguria.

Raffaella Paita, candidata del Partito democratico alla presidenza della Liguria, è indagata nell'ambito dell'inchiesta sull’alluvione del 2014.
Come si legge sul sito del Secolo XIX, le contestazioni riguardano la mancata allerta, disposizione che dipendeva dalla Regione e in particolare dall’assessorato alla Protezione civile (di cui Paita fa parte), e che non è stata data nonostante previsioni meteo che facevano presagire fortissime precipitazioni.
OMICIDIO E DISASTRO COLPOSI. Oltre al reato di omissione in atti d'ufficio per la mancata emanazione dell'allerta 2 (il livello più alto in Liguria in caso di piogge significative), Paita è indagata anche per concorso in disastro colposo e omicidio colposo, reato ipotizzato all'inizio dell'indagine dai due magistrati genovesi e contestato anche alla dirigente di protezione civile Gabriella Minervini.
SALA OPERATIVA CHIUSA. Il 9 ottobre 2014 la sala operativa della Protezione civile a Genova avrebbe dovuto coordinare i soccorsi, invece rimase chiusa fino alla mezzanotte. Paita, ascoltata dalla procura nei mesi scorsi, ha sostenuto di essere stata tutta la notte nella centrale operativa. Con lei è indagata anche Gabriella Minervini, direttore della Protezione civile regionale.
PAITA: «MAI SOTTRATTA ALLE RESPONSABILITÀ». Paita si è dichiarata «sorpresa» delle contestazioni della magistratura per «la mancata allerta e i provvedimenti conseguenti». «Non mi sono mai sottratta alle mie responsabilità. Chiedo alla magistratura di andare avanti senza indugio», ha affermato aggiungendo di essere certa di aver agito nella «massima correttezza» e di rimanere «a disposizione» del suo partito.
RENZI APPOGGIA PAITA. Matteo Renzi ha affermato che «il Pd presenta migliaia di amministratori perbene in una campagna elettorale difficile in cui tutto ciò che avviene di negativo viene amplificato: non intendo lasciarli soli. Il Pd non ha paura di niente e nessuno e se ci sono problemi li risolviamo ma non lasciamo soli i nostri amministratori». Il 14 aprile il premier, in visita a Genova per inaugurare la riapertura del cantiere per la messa in sicurezza del Bisagno, aveva dichiarato il suo «totale sostegno» alla Paita.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso