Matteo Salvini 150408210415
POLEMICA 19 Aprile Apr 2015 1033 19 aprile 2015

Naufragio nel Canale di Sicilia, Salvini: «Subito blocco navale»

Il segretario della Lega Nord: «L'ipocrisia di Renzi e Alfano crea morti».

  • ...

Matteo Salvini.

«Cos'è cambiato a 18 mesi dalla strage di Lampedusa? Servono altri 700 morti per bloccare le partenze? Se le istituzioni dell'Unione euroepa hanno un senso, ci vuole tanto a organizzare dei blocchi navali e a identificare chi è immigrato clandestino e chi è rifugiato? Non so più come dirlo. L'ipocrisia di Renzi e Alfano crea morti».
Così il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, intervistato da SkyTg24 sul naufragio a largo della Libia in cui sono morti circa 700 migranti.
NO A MARE NOSTRUM EUROPEA. «Più persone partono, più persone muoiono», ha sottolineato ancora Salvini, che ha 'bocciato' l'idea di una missione di soccorso europea, una sorta di super Mare nostrum: «Bisogna bloccare le partenze. Andare alla radice. Renzi invece di fare il fenomeno e giocherellare con Obama dovrebbe andare sul posto e capire come fare per fermare le partenze. Io andrò a giugno in Nigeria, perché bisogna andare a chiedere quanti soldi, quante strade, quali aiuti per i paesi da cui fuggono».
«CENTRI DI ACCOGLIENZA IN NORDAFRICA». «Bisogna bloccare gli affari degli scafisti. Bisogna allestire in Tunisia, Marocco, Egitto e Libia, dove possibile, punti di accoglienza e smistamento per tutti quelli che intendono partire. Chi ha i requisiti per chiedere l'asilo politico potrà partire in nave o in aereo (che costa meno). Gli altri, cioè la stragrande maggioranza, no perché sarebbero clandestini», ha proposto il leader della Lega Nord.
«Questa è una nuova tratta degli schiavi. Serve un blocco navale, non un Mare Nostrum, che è un sostegno agli scafisti», ha concluso Salvini.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso