Hillary Clinton 150331091501
USA 2016 21 Aprile Apr 2015 0831 21 aprile 2015

Clinton cash, il libro che fa tremare Hillary

Donazioni oscure alla sua Fondazione da governi stranieri e uomini d'affari.

  • ...

L'ex segretario di Stato Usa, Hillary Clinton.

Hillary Clinton resta la superfavorita nella corsa alla Casa Bianca, ma sulla nomination democratica dell'ex First Lady si è allungata l'ombra di Clinton cash, libro-inchiesta sulle donazioni ricevute da governi stranieri e uomini d'affari dalla Fondazione Clinton quando lei era segretario di Stato.
Il libro si sta dimostrando uno dei best-seller annunciati di una campagna elettorale alle prime battute. Il sottotitolo è: «La storia inedita di come e perché governi e imprese straniere hanno aiutato Bill e Hillary ad arricchirsi». Il volume conta solo 186 pagine, ma sono pagine che scottano, secondo il New York Times che ne ha ottenuto in anteprima una copia.
DALLA COLOMBIA ALL'OLEODOTTO KEYSTONE. Peter Schweizer, ex speechwriter di George W. Bush, collega donazioni alla fondazione a decisioni di politica estera prese dagli Stati Uniti. «C'è uno schema» che passa, tra l'altro, attraverso l'accordo di libero scambio con la Colombia di cui hanno profittato gli investimenti di un donatore alla Fondazione, progetti di sviluppo nel dopo-terremoto ad Haiti nel 2010 e oltre un milione di dollari pagati a Bill Clinton da una banca canadese coinvolta nell'oleodotto Keystone XL all'epoca in cui il progetto era all'esame del Dipartimento di Stato.
LIBRO EDITO DA MURDOCH. Non è il primo, ne sarà l'ultimo libro a provocare grane alla campagna di Hillary, ma Clinton cash potrebbe essere più insidioso di altri volumi di stampo più ideologico come Blood feud di Edward Keoin sulle tensioni tra i Clinton e gli Obama. Tanto per cominciare, il libro di Schweizer è uscito da HaperCollins, la casa editrice di Rupert Murdoch. E c'è un accordo, rivela il New York Times, tra il suo autore e le maggiori testate americane (lo stesso Times, Washington Post e Fox News) per approfondire spunti affrontati nel volume.
HILLARY PALADINA DELLA MIDDLE CLASS? Anche il tempismo è rischioso: Hillary cerca di posizionarsi come paladina della middle class, ma tra il 2001 e il 2012 il reddito della sua famiglia è stato di 136,5 milioni di dollari, scrive Schweizer: «Negli anni del suo servizio pubblico, lui e lei hanno facilitato importanti transazioni con governi stranieri e individui: alcune hanno messo milioni nelle loro tasche».

Correlati

Potresti esserti perso