Obama Obamacare 131119172553
DIPLOMAZIA 21 Aprile Apr 2015 2154 21 aprile 2015

Nucleare, Obama propone un accordo di 30 anni alla Cina

L'intesa, se approvata dal Congresso Usa, permetterebbe il trasferimento di materiali e reattori.

  • ...

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

Un nuovo accordo di cooperazione sul nucleare civile tra Stati Uniti e Cina. A lanciarlo è stato Barack Obama che, nonostante le recenti nuove tensioni con Pechino, tenta di mantenere vivo il sogno di aprire quella «nuova era di relazioni» tra i due Paesi auspicata a suo tempo con Xi Jinping. Una svolta inaugurata con lo storico accordo sul clima raggiunto con il leader cinese nel 2014. La proposta negoziata con le autorità di Pechino e presentata dal presidente americano prevede un'intesa della durata di 30 anni che, se approvata dal Congresso Usa, permetterebbe il trasferimento di materiali, reattori, componenti e tecnologie tra i due Paesi, rafforzando quella collaborazione già in campo con l'accordo del 1985 che scadrà nel prossimo dicembre.
IMPEGNO A COOPERARE. «Tale accordo» - ha affermato Obama - «favorisce la cooperazione sul nucleare a fini pacifici sulla base di un reciproco impegno teso alla non proliferazione». L'intesa quindi «obbligherà Stati Uniti e Cina a lavorare insieme» e «promuoverà la difesa e la sicurezza di entrambe le parti», ha aggiunto il presidente americano, assicurando che tale passo «non costituisce in alcun modo un rischio irragionevole». Dunque, Obama chiede al Congresso di approvare il testo, tenendo anche conto di come oramai da tempo la Cina abbia aderito a diversi trattati sulla non proliferazione nucleare, rispettando gli standard internazionali previsti da molte convenzioni. Un messaggio, quello del presidente Usa, rivolto a tutti coloro che, in Congresso e fuori, ostacolano questa nuova apertura verso Pechino, mettendo in evidenza come tale accordo arriverebbe in un momento di grande incertezza.

Correlati

Potresti esserti perso