Berlusconi 150202121940
SCONTRO 22 Aprile Apr 2015 1843 22 aprile 2015

Legge elettorale, Berlusconi: «Non la voteremo»

Il Cav: «L'Italicum è autoritario». Attacco a Renzi: «Bulimico di potere». 

  • ...

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

A Silvio Berlusconi non piace più l'Italicum. Nonostante a gennaio abbia fatto votare Forza Italia a favore della legge elettorale al Senato, il Cav è tornato sui suoi passi nel giorno del via libera in Commissione Affari costituzionali. «Questa legge è autoritaria, non la voteremo», ha detto ai deputati di Fi.
ATTACCO A RENZI. Sdoppiamento della personalità o abile mossa politica? Fatto sta che Berlusconi ha accusato il premier Matteo Renzi (con cui aveva sottoscritto il patto del Nazareno) di essere «malato di bulimia di potere» e ha aggiunto: «Non possiamo permettere a Renzi di prendersi il potere totale con il 30% dei voti, grazie a una legge che, di fatto, con lo sbarramento al 3%, annulla e polverizza l'opposizione». L'ex premier ha ricordato che il suo partito aveva proposto l'elezione diretta, in modo che chi vince ha la legittimazione del popolo, favorendo il bipartitismo.
«QUESTO GOVERNO HA FALLITO». Secondo Berlusconi questo governo ha fallito e tutti gli indicatori economici sono peggiorati. Tra i fallimenti dell'esecutivo, il Cav avrebbe indicato la politica estera e la disoccupazione, rivendicando: «Avevamo ragione noi su tutto, sulla Libia, sull'immigrazione, sulla Russia».
«COMIZI AL CHIUSO, RISCHIO LA VITA». Nel corso dell'assemblea, il leader di Fi ha aggiunto: «Andrò in televisione e farò comizi ma solo al chiuso perché all'aperto qualcuno può attentare alla mia vita».
RILANCIO DI FORZA ITALIA, MA I FITTIANI DISERTANO. Infine, parlando di un Paese in «democrazia sospesa», Berlusconi ha rilanciato Forza Italia sul modello «del partito Repubblicano americano», un partito «di moderati». Ma i parlamentari vicini a Raffaele Fitto non hanno partecipato all'assemblea sostenendo che «non ci sono le condizioni per un dibattito di verità» interno agli azzurri.

Correlati

Potresti esserti perso