Yoani Sanchez 140521113509
L'INTERVENTO 23 Aprile Apr 2015 0610 23 aprile 2015

Cuba, Yoani Sanchez: «Paese vive l'agonia del castrismo»

La blogger: dietro il cambiamento è pronto il nuovo potere militare guidato dal nipote di Fidel.

  • ...

Blogger cubana anticastrista Yoani Sanchez.

A Cuba il 'castrismo' affronta «se non la fine, l'agonia», anche se «si afferrerà con forza al controllo assoluto che ha sul Paese». A sottolinearlo è stata la nota blogger della dissidenza Yoani Sanchez.
«Una generazione storica sta morendo e molto probabilmente gli eredi cercheranno di fare qualche tipo di riforma, anche se dicono che tutto rimarrà tale e quale è oggi», ha sottolineato Sanchez durante una visita in Cile.
'CASTRISMO' SENZA FINE. «Il 'castrismo'», ha aggiunto, «si afferrerà al controllo assoluto che oggi ha sulla nazione e sarà abbastanza avaro, quindi bisognerà fare molto pressing». Poi ha aggiunto: «Non voglio, e non credo, di dover sperare che il governo di un altro Paese venga a risolvere i nostri problemi. Tocca ai cubani esigere, chiedere e fare pressione».
NUOVO CASTRO ALL'ORIZZONTE. Quindi Sanchez ha sottolineato «di non immaginare come Raul Castro possa alle elezioni del 2018 proporsi quale presidente, perché avrà 87 anni». Secondo la blogger, chi sarà, invece, pronto è il primo vicepresidente, Miguel Diaz-Canel, una sorta a sua volta di «schermo per dire 'stiamo cambiando', anche se credo che non avrà poteri decisivi»: «Alle sue spalle emergerà il potere militare rappresentato dal figlio di Raul, Alejandro Castro. Forse sarà lui a muovere i fili del potere».

Correlati

Potresti esserti perso