Matteo Renzi 150427201847
LETTERA 29 Aprile Apr 2015 0732 29 aprile 2015

Italicum, Renzi: «Fiducia per serietà verso i cittadini»

Il premier scrive al quotidiano La Stampa: «Se la legge non passa il governo va a casa».

  • ...

Matteo Renzi.

Matteo Renzi ribadisce il concetto: se l'Italicum non passa, il governo va a casa.
Il premier ha scritto una lunga lettera al quotidiano La Stampa, in cui si è detto pronto a ridiscutere la riforma del Senato, ma ha chiesto di «smettere con la melina» sulla legge elettorale.
Secondo Renzi, approvare l'Italicum significa che il parlamento «vuole continuare le riforme», e aver posto la questione di fiducia, una scelta che ha scatenato le proteste delle opposizioni alla Camera, sarebbe un «gesto di serietà verso i cittadini».
«QUESTA È DEMOCRAZIA». «Dopo aver fatto modifiche, mediato, discusso, concertato, o si decide o si ritorna al punto di partenza. Se un parlamento decide, se un governo decide, questa è democrazia, non dittatura», ha scritto ancora Renzi. Il segretario del Partito democratico ha spiegato che l'Italicum «non sarà perfetto, come nessuna legge elettorale è perfetta. Ma è una legge seria e rigorosa che consente all'Italia di avere stabilità e rappresentanza, che cancella le liste bloccate, che impone la chiarezza dei partiti davanti agli elettori».
«NESSUNA FORZATURA». «Per come li ho conosciuti», ha proseguito Renzi, «la maggioranza dei deputati, la maggioranza dei senatori hanno a cuore l'Italia di oggi e quella dei nostri figli. E se lo riteniamo necessario ci sarà spazio al Senato per riequilibrare ancora la riforma costituzionale facendo attenzione ai necessari pesi e contrappesi: nessuna blindatura, nessuna forzatura. Con lo scrutinio palese - imposto dal voto di fiducia - i cittadini sapranno. Sapranno chi era a favore, chi era contro. Tutti si assumeranno le proprie responsabilità. Il tempo della melina e del rinvio è finito».

Correlati

Potresti esserti perso