Jean Marie Marine 150408185208
ESTERI 4 Maggio Mag 2015 2043 04 maggio 2015

Francia, Marine Le Pen mette il bavaglio al papà

Divieto di parlare a nome del Front National. Jean-Marie la ripudia: «Mi vergogno che porti il mio nome».

  • ...

Jean Marie Le Pen e Marine Le Pen.

Jean-Marie Le Pen, entrato in rotta di collisione con la figlia Marine, non può più parlare a nome del Front National. Il fondatore e presidente onorario del partito «è stato colpito da un'esclusione verbale», ovvero una mozione che gli vieta di «esprimersi a nome del Fn». Lo ha detto il deputato frontista Gilbert Collard ai microfoni di Bfm Tv.
RITIRATA LA TESSERA. L'ufficio esecutivo del Front National ritirerà a Jean-Marie Le Pen la sua qualità di aderente. La sospensione è temporanea «in attesa di un prossimo Congresso straordinario del partito».
JAEN MARIE RIPUDIA LA FIGLIA: «MI VERGOGNO DI LEI». «Mi vergogno che la presidente del Front National porti il mio nome», è stata la dura replica di Jean-Marie Le Pen.
Mi auguro che «perda il cognome di famiglia il più rapidamente possibile», ha proseguito Jean-Marie Le Pen, «può farlo sia sposando il suo concubino, sia forse il signor Philippot (vicepresidente, dichiaratamente gay, ndr) o qualcun altro. Io non voglio che la presidente del Front National si chiami Le Pen». «Che faccia la sua campagna sotto il nome di Marine Aliot (il cognome del suo compagno, ndr), o Marine Philippot, dal momento che tratta suo padre e il presidente del Front National in modo assolutamente scandaloso», ha aggiunto.
Interrogato in particolare sulla sua intenzione di ripudiare la figlia, Jean-Marie Le Pen ha risposto: «Certamente, non riconosco alcun legame con qualcuno che mi tradisce in modo così scandaloso».
L'ormai ex presidente onorario del partito ha assicurato che farà tutti i ricorsi giuridici possibili, dal momento che gli aderenti del partito «saranno indignati» per la decisione assunta.

Correlati

Potresti esserti perso