Fabrizio Luciolli 150506144413
INCONTRO 6 Maggio Mag 2015 1439 06 maggio 2015

Roma, la Libia e il futuro della sicurezza nel Mediterraneo

Tavola rotonda organizzata dal Comitato atlantico italiano. In programma giovedì 7 maggio presso il Centro alti studi per la Difesa.

  • ...

Fabrizio Luciolli, presidente del Comitato atlantico italiano e dell'Atlantic treaty association.

Una tavola rotonda sul futuro della sicurezza nel Mediterraneo, con al centro il rebus della Libia, la cui instabilità dopo la caduta del regime di Gheddafi rappresenta una grave minaccia per l'intera regione.
L'incontro, dal titolo La Libia e il futuro della sicurezza nel Mediterraneo, si terrà giovedì 7 maggio presso il Centro alti studi per la Difesa di Roma. È organizzato dal Comitato atlantico italiano in collaborazione con “Abhath” - Al Thuraya Consultancy and Researches di Abu Dhabi e il Mediterranean-Gulf Forum.
La tavola rotonda intende favorire la cooperazione tra decision makers ed esperti sui vari temi legati alla crisi libica, con particolare attenzione al contrasto al terrorismo e allo sviluppo di strategie di sicurezza cooperativa per la Libia e altre aree del Mediterraneo e Medio Oriente.
UNA STRATEGIA PER GUIDARE L'AZIONE DELL'ITALIA. Una difficile partita in cui l'Italia svolge un ruolo diplomatico di primo piano, nel tentativo di facilitare la riconciliazione nazionale tra le contrapposte fazioni libiche e la formazione di un nuovo governo di unità nazionale, in grado di stabilizzare il Paese e garantire la sua integrità territoriale.
La parola d'ordine è strategia: la discussione verterà proprio sull’elaborazione di un piano capace di guidare l’azione dell'Italia in Libia e nella regione, e sulle politiche da mettere in atto per fronteggiare in modo efficace la minaccia del terrorismo e l'emergenza dei rifugiati.
TUTTI I PARTECIPANTI. Sono previsti gli interventi di alti esponenti politici del mondo arabo e rappresentanti delle istituzioni italiane, come Abdul Ilah Khatib, già inviato speciale Onu in Libia e ministro degli Esteri della Giordania; Mohammed Dahlan, già ministro di Stato per la Sicurezza interna e consigliere per la Sicurezza nazionale dell'Autorità nazionale palestinese; Abdelaziz Kotti, deputato dell’Assemblée des représentants du peuple in Tunisia; Benedetto Della Vedova, sottosegretario agli Affari esteri e alla Cooperazione internazionale; Fabrizio Cicchitto, presidente della commissione Affari esteri e comunitari; Paolo Alli, vicepresidente dell'Assemblea parlamentare della Nato; Andrea Manciulli, presidente della delegazione italiana all’Assemblea parlamentare della Nato; l'ambasciatore Mohammed El Orabi, già ministro degli Affari esteri dell’Egitto; il ministro plenipotenziario Mustafa Alì Rugibani, incaricato d’Affari dell'ambasciata di Libia presso la Santa Sede, e Fabrizio Luciolli, presidente del Comitato atlantico italiano.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso