Beppe Grillo 150507175008
POLITICA 7 Maggio Mag 2015 1750 07 maggio 2015

M5s, sit-in di Grillo a Montecitorio

Protesta contro le sanzioni inflitte ai pentastellati. E su Mattarella: «L'Italicum? Firma velocissima».

  • ...

Beppe Grillo.

Con una mossa a sorpresa Beppe Grillo è piombato a Roma, dove ha immprovisato un comizio di fronte a Montecitorio per sostenere i deputati Cinque stelle sanzionati dall'ufficio di presidenza per i disordini in Aula dell’11, 12 e 13 febbraio. «Tra poco sarò a Montecitorio con i 62 sospesi M5s per aver detto 'onestà' in parlamento #IoSonoDellaBandaDegliOnesti. Diretta su @LaCosaChannel», aveva in precedenza annunciato su Twitter.
«MATTARELLA FANTASTICO». Oltre alla sospensione dei suoi parlamentari per la bagarre in Aula, tuttavia, l'ex comico ha commentato anche il passaggio al Colle della nuova legge elettorale. «Mattarella mi ha stupito - ha detto - «ha firmato la legge elettorale «con una velocità incredibile. È un uomo fantastico». «Ma gli italiani sono arrabbiati, sono arrabbiati», ha aggiunto, lasciando intendere come l’idillio con l’inquilino del Colle sia già finito.
«NON HA LANCIATO ALCUN MONITO». «Sull’Italicum ha fatto una cosa meravigliosa», ha osservato Grillo, sottolineando che la firma è avvenuta «senza che lanciasse alcun monito». E tuonando sulle sanzioni ai deputati: «Stanno massacrando la democrazia lì dentro». È diventato un luogo pericolosissimo», ha detto, ribadendo che per lui il parlamento è «il posto meno democratico che esista».
«Il gruppo del Movimento 5 stelle ha preso complessivamente oltre 600 giorni di sanzioni disciplinari. È una decisione politica per eliminare dal parlamento l'unica opposizione che esiste, ci vogliono fuori a tutti i costi fuori», ha spiegato Alessandro Di Battista. «Il provvedimento» - ha concluso Di Battista, che ha preso 18 giorni di sanzioni - «riguarda complessivamente 60 deputati del M5s per complessivi 600 giorni, si tratta della sanzione record».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso