Hosni Mubarak 120612103522
Nordafrica 9 Maggio Mag 2015 1227 09 maggio 2015

Egitto, Mubarak condannato a 3 anni per malversazione

L'ex premier e i suoi due figli condannati per malversazione. Sentenza appellabile.

  • ...

Alessandria d'Egitto: un contestatore strappa un poster raffigurante Hosni Mubarak.

L'ex-presidente egiziano Hosni Mubarak è stato condannato assieme ai suoi due figli a tre anni di reclusione nella riedizione del processo per malversazione di fondi destinati ai palazzi presidenziali. La sentenza della Corte d'assise del Cairo è stata letta in tivù ma è appellabile.
Mubarak nel maggio 2014 era stato condannato a tre anni di carcere ma in gennaio la sentenza era stata annullata. Vista la custodia cautelare già scontata, non è chiaro se l'ex-rais tornerà ad essere piantonato nell'ospedale militare del Cairo dove alloggia per motivi di salute e sicurezza. Su Mubarak, 87 anni, inoltre pende ancora un ricorso della procura contro l'assoluzione nel processo per l'uccisione di manifestanti e per il quale nel 2012 era stato condannato all'ergastolo con una sentenza poi annullata nel novembre scorso.
MULTA DA 14 MILIONI DI EURO. Oltre alla condanna a tre anni di reclusione, l'ex dittatore egiziano e i figli Gamal e Alaa sono stati condannati al pagamento di una penale di 125,78 milioni di sterline egiziane (pari a 14,7 milioni di euro e corrispondente alla malversazione di cui erano accusati). I Mubarak dovranno anche restituire 21,1 milioni di sterline (2,5 milioni di euro). La sentenza implicherebbe anche il ritorno in carcere dei due figli dell'ex-rais a piede libero da gennaio. Una fonte della sicurezza egiziana ha riferito all'Ansa che sono stati arrestati per essere portati in carcere. Secondo gli avvocati della difesa però, i due hanno già scontato in custodia cautelare la pena inflitta e quindi dovrebbero essere rilasciati.
L'INCOGNITA DEL CARCERE. Mubarak ha ascoltato la sentenza dietro la griglia della gabbia degli imputati nel tribunale riunito in un'Accademia di polizia: portava occhiali da sole e aveva indosso una giacca scura e non più la tuta blu dei condannati (a conferma che fino ad oggi era in libertà pur risiedendo all'ospedale militare). L'ex-rais ha risposto con la mano a suoi sostenitori che in aula lo salutavano sbracciandosi e mandandogli baci. Nei primi commenti in tv si azzardano calcoli su quanti mesi dei tre anni inflitti Mubarak debba effettivamente scontare, dato che l'ex presidente deposto dalla Primavera araba nel febbraio 2011 è già stato in custodia cautelare in carcere dall'aprile di quell'anno sino all'agosto 2013 per poi essere detenuto nell'ospedale militare di Maadi, nella parte sud del Cairo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso