Grasso 141219130727
GIUSTIZIA 9 Maggio Mag 2015 1149 09 maggio 2015

Terrorismo, Grasso: «Ora norme anti depistaggio»

Mattarella ricorda le vittime: «Non rassegnarsi alla ricerca della verità».

  • ...

Il presidente del Senato, Pietro Grasso.

Nel giorno dell'anniversario del ritrovamento del cadavere di Aldo Moro in via Caetani, il presidente del Senato Pietro Grasso chiede norme contro il depistaggio e l'inquinamento processuale. Che tanto hanno influenzato le indagini sulle stragi della storia d'Italia. «Auspico che la giusta direttiva voluta dal Governo che dispone la declassificazione degli atti possa trovare il prima possibile una più efficace e ampia applicazione e che si adottino presto norme che puniscano l'inquinamento processuale e il depistaggio», ha dichiarato Grasso alla cerimonia sulle vittime del terrorismo.
NON RASSEGNARSI ALLA RICERCA DELLA VERITÀ. Prima di lui, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva sostenuto la proposta di un memoriale di tutte le vittime del terrorismo in Italia. «Ricordare significa anche non rassegnarsi mai nella ricerca della verità», ha dichiarato il capo dello Stato. «Ricorre oggi il giorno della memoria delle vittime dei tanti terrorismi che hanno insanguinato l'Italia per lunghi e dolorosi anni», ha affermato il presidente della Repubblica. «La distanza temporale con quei tragici avvenimenti non deve attenuare il ricordo e la gratitudine per chi, servitore dello Stato o semplice cittadino, ha perso la vita a causa di disegni perversi e folli, pervasi di odio e di sopraffazione», ha poi aggiunto Mattarella.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso