Rissa Campidoglio 150528165315
NERVI TESI 28 Maggio Mag 2015 1630 28 maggio 2015

Campidoglio, rissa tra consiglieri: uno finisce in ospedale

Lite tra Onorato (Lista Marchini) e Peciola (Sel). Il primo colpito con una sedia si rompe un dito e finisce al pronto soccorso. Foto.

  • ...

Rissa in Campidoglio durante la riunione dei capigruppo. Tra i consiglieri Alessandro Onorato (Lista Marchini) e Gianluca Peciola (Sel) sono volati prima insulti poi anche una sedia. A farne le spese è stato il primo, finito al pronto soccorso. «Peciola mi ha buttato una sedia addosso, rompendomi un dito», ha detto Onorato. Peciola ha replicato «lui ha tentato di aggredirmi» (foto).
NERVI TESI PER LA VICENDA MULTISERVIZI. «In capigruppo gli animi erano un po' accesi in seguito alla vicenda Multiservizi», ha raccontato Onorato riferendosi alla protesta dei lavoratori della società che hanno dormito per due notti in Aula Giulio Cesare e che il 28 maggio avevano urlato e buttato in terra sedie perché il consiglio comunale non si era occupato della loro vicenda. «Io ho urlato che era una vergogna non aver fatto arrivare il cibo questa notte ai lavoratori, la consigliera Gemma Azuni ha detto che avevo strumentalizzato e io le ho risposto, urlando che non era accettabile, a quel punto Peciola, agitato, per difendere la Azuni si è scagliato contro di me e mi ha buttato una sedia addosso, rompendomi un dito, c'è stato un po' di parapiglia. Adesso sono al pronto soccorso».
PECIOLA: «AGGREDITO HO CERCATO DI DIFENDERMI». «La cosa non riguardava la Multiservizi», la versione di Peciola, «Onorato ha insultato Gemma Azuni con parole indicibili e poi ha tentato di aggredirmi. Non voglio commentare comunque. Già insultare con termini vergognosi è molto grave in più ha peggiorato la situazione con una aggressione, le due cose si commentano da sole».
ONORATO SU FAKEBOOK: «SINISTRA VIOLENTA». Onorato è dunque tornato sull'episodio scrivendo un post su Facebook corredato da una foto della sua mano in cui si vede il gonfiore del dito mignolo e alcune escoriazioni al braccio.
«Ormai non è sicuro neanche andare in Campidoglio a rappresentare i cittadini che finisci in ospedale perché aggredito e minacciato. Una volta c'era la sinistra del popolo e degli operai, oggi c'è quella dei centri sociali che ti aggredisce se la richiami alle sue responsabilità. Grazie per il mignolo rotto. Povera Roma. Poveri noi.‪#PeciolaVergogna».



Articoli Correlati

Potresti esserti perso