Salvini 150609133252
INTERVISTA 9 Giugno Giu 2015 1244 09 giugno 2015

Salvini: «Al Nord altri clandestini? Sarà una guerra»

Strasburgo: Salvini parla con L43 e critica la deroga al Patto di stabilità in caso di accoglienza. «Una follia: andate a dirlo ai disoccupati che c'è spazio». Video.

  • ...

da Strasburgo

Matteo Salvini con una maglietta che raffigura il presidente russo, Vladimir Putin.

Un decreto legge per 'agevolare' i Comuni che accolgono gli immigrati attraverso la deroga del Patto di stabilità?
Ipotesi inaccettabile, la stronca subito il leader della Lega Nord Matteo Salvini: «Secondo Renzi il sindaco di Camisano Vicentino che dovrebbe sistemare le sue scuole e ha i soldi per farlo ma non può perché c'è il Patto di stabilità, può ora sistemarle solo se si prende 30 clandestini? Siamo alla follia».
AIUTARLI A CASA LORO. L'eurodeputato del Carroccio commenta così con Lettera43.it le indiscrezioni su una eventuale proposta del governo nazionale su come risolvere l'emergenza sbarchi.
Per Salvini l'unica soluzione possibile è sempre la stessa: aiutarli a casa loro.
Un leitmotiv leghista ripetuto all'uscita dall'aula dell'europarlamento di Strasburgo.
MAGLIETTA PRO-PUTIN. Addosso una maglietta bianca con la faccia del presidente della Russia Vladimir Putin (foto): «Una risposta agli eurocretini che giocano alla guerra con Putin e la Russia», dice il leader della Lega Nord mentre continua a parlare dell'emergenza profughi.
«UNA PRESA IN GIRO». «Se quello che scrive la stampa sul Patto di stabilità fosse vero, sarebbe una presa in giro. Ci sono sindaci che da mesi chiedono di superarare il Patto di stabilità per aiutare disabili, anziani, sistemare scuole, aiutare terremotati e alluvionati».

  • La video intervista di Lettera43.it a Matteo Salvini. © A. Demurtuas

DOMANDA. Quella della Lega Nord è quindi una bocciatura?
RISPOSTA.
Se non ci sono soldi per disabili, bimbi e terremotati ma per i clandestini è una dichiarazione di guerra. Spero solo sia uno scherzo di cattivo gusto, altrimenti non solo la Lega Nord, ma la stragrande maggioranza dei sindaci e cittadini italiani si incazzeranno.
D. Ma molti non sono clandestini, sono richiedenti asilo: persone che hanno bisogno di una protezione internazionale.
R.
Non conosco il termine migrante, si tratta di immigrati clandestini, richiedenti asilo cha alla fine l'asilo non lo ottengono. Migrante è una categoria dello spirito, sono immigrati clandestini e ne abbiamo già troppi. Che poi Renzi non conti un accidente è evidente a tutti, che sia uno strumento in mano a qualcuno è chiaro, che si diverta a parlare con il presidente degli Stati Uniti Barack Obama mentre nel mondo succede di tutto è drammatico. Là dove governiamo noi diciamo di no.
D. Le regioni del Nord hanno però meno richiedenti asilo rispetto a quelle del Sud Italia.
R.
Andate a dirlo ai 4 milioni di italiani disoccupati che c'è spazio per altri immigrati clandestini e vedete cosa vi rispondono.
D. Renzi ha detto che il piano Ue è insufficiente, lei appogerebbe una proposta alternativa del governo nazionale?
R.
Sono disponibile a sostenere qualsiasi proposta intelligente se ci fosse. È chiaro che l'Europa prende in giro l'Italia e gli italiani, ma Renzi è suo complice, è stato per sei mesi presidente del semestre italiano, e cosa ha fatto?
D. Lei cosa propone?
R.
Quello che proponeva qualche mese fa l'Onu: intervenire in Nord Africa, andare là e allestire campi di accoglienza, soccorso, riconoscimento per distinguere i profughi veri da quelli finti. A questo si arriverà, spero non troppo tardi. È lì che bisogna andare.

Correlati

Potresti esserti perso